Ripartenza 49

Specie dopo la sua assoluzione urbi et orbi al processo ruby ter ripartono insistenti in questi disgraziati giorni le voci di una certa salita al Colle dell’ineffabile belloscone, sì proprio lui, l’uomo che ha trasformato la politica italiana da latrina a due latrine! Uno così, vista l’età, l’avanzato stato di decomposizione, e soprattutto la statura da macaco, può al massimo scalare il Colle di Cadibona e nascondersi in Francia, come del resto fece ai tempi della prima ondata di vairus, però il Pd è un partito (mai arrivato) molto imprevedibile. Ricordate, una quindicina di anni fa, Emma For President? In seguito trombata senza pietà, anzi nemmeno presa in considerazione. Chi si candida troppo presto alla presidenza della repubblica in genere diventa vittima di amnesie collettive, e come non dimenticare Prodi! Quello richiamato dall’Africa a votazioni in corso, appositamente per essere trombato dal Pd renziano? Indimenticabile! In ogni modo il belloscone ha già in mente qualche cambiamento alla severità cerimoniale di questa repubblica dell’ananasso: i Corazzieri saranno sostituiti dalle famigerate amazzoni orfane del fu gheddafone da un decennio, la Gazzetta Ufficiale sarà sostituita dalla ripresa delle pubblicazioni della rivista Le Ore, la cerimonia estiva del Ventaglio sarà sostituita dalla Prova Vibratore da spiaggia, solo le quote rosa saranno rispettate purché in topless e sotto i trenta. E la Merkel? La solita culona inchiavabile (cit.)

XXV Aprile di Italo Calvino

Italo Calvino (1923 – 1985) scrittore, Intellettuale di grande impegno politico, civile e culturale, è stato uno dei narratori italiani più importanti del secondo Novecento.

Forse non farò
cose importanti,
ma la storia
è fatta di piccoli gesti anonimi,
forse domani morirò,
magari prima
di quel tedesco,
ma tutte le cose che farò
prima di morire
e la mia morte stessa
saranno pezzetti di storia,
e tutti i pensieri
che sto facendo adesso
influiscono
sulla mia storia di domani,
sulla storia di domani
del genere umano.

Troppi capelli

Amo questi capelli da ragazzo
e quanti ne spazza via il barbiere ogni tanto
assieme a mesi di vita in tripudi di pepe e sale.
.
Amo ricordare i pensieri coperti, le sviste,
la sensazione degli anni, perdite d’acqua
che più vanno avanti e meno amore trovano;
intere voglie di piangere mai precipitate in nome
di risate convulse e parole povere.
.
A ogni inizio il pettine smadonna per colpa mia
e di capelli mai pacificati, ma concedo al cuore
l’unico sorriso del giorno a venire.

Ripartenza 48

Siena, 23 ottobre 2021 – Il governo italiano e UniCredit si stanno preparando ad annullare i negoziati su Monte Paschi Siena dopo che gli sforzi per raggiungere un accordo sul piano di ricapitalizzazione sono falliti. È quanto scrive Reuters sul suo sito. Secondo quanto riporta l’agenzia citando 2 fonti, Roma ha deciso che non sarà in grado di soddisfare le richieste di Unicredit per un pacchetto di ricapitalizzazione del valore di oltre 7 miliardi di euro in quanto questo renderebbe l’accordo «troppo punitivo» per i contribuenti. Dunque se fossero stati un po’ meno i miliardi, grisù non avrebbe esitato a derubarci di nuovo, eh ‘ssò soddisfazioni!

Soliera, 23 ottobre 2021 – Ancora un infortunio mortale sul lavoro in provincia di Modena. È successo questa mattina a Soliera: a perdere la vita Romano Bonfatti, 70 anni, di professione lattoniere, residente in paese. L’uomo lavorava per una ditta esterna ed è precipitato da un’altezza di circa 8 metri mentre sul tetto del capannone ispezionava alcuni pannelli di amianto che, in base alle prime ricostruzioni, avrebbero ceduto. Però il lavoratore era regolarmente assunto anche se non aveva l’imbragatura di sicurezza, eh, ‘ssò soddisfazioni!

Cosa lega queste due notizie? Una cosa semplice semplice, chi paga, chi ci rimette, in questo paese sono sempre i più deboli, quelli che lavorano, spremuti fino all’osso da governi, banche, datori di lavoro che non vigilano e che quando corrispondono salari da fame pretendono pure di essere ringraziati! La ripartenza si misura anche con l’indice dei caduti sul lavoro, con le banche rapinatrici, la privatizzazione degli utili e la collettivizzazione delle perdite: ma voi (inde)fessi continuate pure a manifestare contro il greenpuzz, che ‘ssò soddisfazioni!

Gioielli Rubati 167: Federico Cinti – Gloria Donati – Giorgio Andrea Blu – Manuela Di Dalmazi – Federica Simionato – Michele Carniel – Carmine Mangone – Felice Serino.

A Valeria
.
Vaga per l’aria una dolcezza appena
autunnale, un pulviscolo dorato
levita intorno al vento, cantilena
ebbra di nostalgia, di ciò che è stato.
.
Rimane l’ombra rara del passato
in bilico sull’anima serena.
Ancora un passo, un sogno sussurrato
visita il cuore, un brivido alla schiena.
.
Era il tempo sull’orlo, era la foglia
nata sul filo azzurro all’orizzonte
tra le case e due bianche spennellate,
.
ultimo incanto, adesso, dell’estate
ridente tra le cose, sotto il monte,
inizio (o fine?) sull’eterna soglia.
.
di Federico Cinti, qui:
https://federicocinti.home.blog/2021/09/28/a-valeria/
.
*
.
Nebbia d’autunno
.
Nebbia,
questo gelido vento
sussurra
il tuo nome.
Tra i drappeggi
del mattino,
offuschi lo sguardo
di profondi silenzi.
Nebbia,
i battiti di un freddo cuore
tra il crepitare
d’erba secca.
Spoglie costellazioni
di rami,
sul sentiero
echeggia il tuo pallore.
Fra le tue dita opache,
flebili
note d’autunno.
Vuoti steli spezzati,
al tuo tocco
riflessi
di sbiadito smeraldo.
Nebbia,
questa brezza
schiude
baci di foglie.
.
di Gloria Donati, qui:
https://gemmedinchiostro.wordpress.com/2021/10/14/nebbia-dautunno/
.
*
.
da quel mare che lasciò ritornare ulisse
dentro i loro calzettoni di lana
dalla luna di sirio
coi battelli i gemelli s’accostano alla banchina
di una chiara mattina
priva di nebbia
.
 
di Giorgio Andrea Blu, qui:
https://www.facebook.com/jonny.poesia
.
*
.
Intanto tu, abbracciami
.
Abbracciami
quando la notte
dibatte le tenebre
sui nostri corpi manipolati e
la luna piange l’arsenale
del nuovo ordine neo liberale.
.
Abbracciami
in questa forma
di coazione violenta
non farmi dormire
tra orde di morti vivi e
sangue di schiavitù antiche
come stelle caduche.
(Loro non vogliono la libertà
in cambio della sicurezza.)
.
Abbracciami, ho paura
di questa follia globale
d’eugenetica misura.
.
Abbracciami forte
talmente forte da
tenermi sveglia
che quel che rimane
sia ancora un sospiro
lanciato all’orizzonte
alle pendici d’un filo d’erba.
.
Fammi ancora sperare
in un prodigio d’amore.
.
Intanto tu, abbracciami.
.
di Manuela Di Dalmazi, qui:
https://manueladidalmazi.wordpress.com/2021/10/17/intanto-tu/
.
*
.
Erba
.
Il vento spoglia il cielo
come se nulla fosse,
un alito alla volta.
.
Fa male il suo cadere.
.
Tra tante foglie morte
l’odore di una pioggia ormai finita.
.
E fili d’erba senza tempo
a rivestire il cielo con le dita.
.
di Federica Simionato, qui:
https://www.facebook.com/federica.simionato.12
.
*
.
Potessi toccare la vicinanza
questa deriva incontenibile
s’arresterebbe, di colpo
un soffio di luce sulla parete.
Non demorde il silenzio
deflagra, accumula spazi
nel corpo le cicatrici trionfano
come sorrisi arrampicati.
M’invade la perfezione del respiro
l’inviolabile diritto ad amarti
e nel decorso ansimante del giorno
questa notte si cosparge di noi.
.
di Michele Carniel, qui:
https://www.facebook.com/michele.carniel.313
.
*
.
l’inverno è un’idea che
mi ha lusingato per anni
.
credevo stoltamente che
portandomi dentro un po’ di freddo
questo potesse immunizzarmi contro il
gelo degli altri
invece
[ mitridate si sbagliava ]
se tu assumi i limiti degli altri
anche solo per fartene beffa
quei limiti diventano i tuoi
.
meglio restare un cardo solitario in
mezzo al grano verde
che vivere da civilizzati in un
perenne inverno
.
di Carmine Mangone, qui:
https://www.facebook.com/carmine.mangone
e qui:
https://carminemangone.com/2021/04/26/carmine-mangone-mai-troppo-tardi-per-le-fragole-lorecchio-di-van-gogh-2009/?fbclid=IwAR2eCc2flgY-yJoArJUCO_Q_Kr3Wl_SXdOHvqvG9PX3sDnvFXNzSyR1K4wk
.
*
.
Avevo in mente una poesia
.
stamattina avevo in mente una poesia
stasera
non ricordo più nemmeno un verso
.
ho lasciato il foglio bianco
con flebili echi d’un mezzo secolo e
.
ora rammento solo una pioggia di luce
di stelle sopra il letto
e il caldo abbraccio di lei
.
sullo schermo della mente
un vissuto che sembra ieri
.
di Felice Serino, qui:
https://questallumaredanima.wordpress.com/2021/10/20/avevo-in-mente-una-poesia/
.
******************************************************************

Ripartenza 47

L’unico aspetto accettabile dell’autunno è la moria di zanzare che, finalmente, cesseranno la loro attività succhiatoria per riprenderla coi primi caldi. Questo fin qui, la gente non se n’è ancora accorta, ma è in arrivo l’ennesimo aggiornamento dall’estremo oriente: la zanzara coreana. Il suo nome è Aedes koreicus ed è la “sorella” della zanzara tigre. E’ arrivata in Italia e ha già invaso la Lombardia. Ti pare che questi lumbard, come sempre, non vogliano fare i primi della classe! E’ una specie che tollera molto bene le basse temperature. Ecco, a breve avremo zanzare tutto l’anno: non bastavano le assoluzioni nei processi trattativa stato mafia, belloscone ruby ter e tante belle amenità, per prima cosa ripartiranno le zanzare, in attesa dell’assoluzione postuma di hitler.