agli eredi del Novantasei

medioQuesta politica vi tratta sotto i minimi sindacali
anime e piedi sporchi dentro mani pulite.
Senza visioni oltre un presente stupido
spacciano l’illusione di farvi tutti cantanti.

Levigatori idioti tendenti al basso,
avide zavorre dentro un presente favorevole
perché sguarnito di sogni.

Avete il superfluo, vi è mancato il necessario
(continuerete a guardare per aria, inciampando?)
non lasciate che continuino a farla franca.

Nemmeno ricordano le opere mai terminate
per tutto il resto, voi compresi
son sempre pochi i danari.

La tregua, le cene elettorali clinicamente morte,
la bellezza non è fune con cui tenervi per il collo,
rifiutate il soliloquio, la città ha bisogno di voi!