Il Vaccinone 93

Quando vai all’Asl a prenotarti per il Vaccinone, prendi il numero 97, fraternizzi col numero 96,ma ti dicono che non ci sono posti, se non a Ravenna e Lugo, dunque di ripassare lunedì prossimo che allora ci saranno…

Quando poi decidi di fare uno strappo alla regola, sederti al bar come ogni comune mortale, ordinare il ginseng, ma il classico vecchietto ti frega con un nanosecondo di vantaggio la Gazzetta, e quando te la da il vento se la porta via…

Quando rientri a casa e i vicini new age aspettavano soltanto te per riprendere a far casino, rompere le palle a go go e farti ricordare la tua triste esistenza costellata di teste di cazzo…

Poi scopri che è il tuo onomastico, e ti ci vuole il Quokka, perché solo lui ti sorride, solo lui è batuffoloso e ti sa capire come nessun altro. Eh sì, I ❤ Quokka!

Ogni giorno di più

 
Credo non conoscesse
l’esistenza dell’amore, suo malgrado,
dopo i definitivi già incontrati:
provvisori destinati al vento;
bevve a lungo
vino tagliato col coltello
e un immenso senza profondità.
Chiglia d’argento taglia con forza i flutti,
cinta d’abbracci, assediata di baci.
Vorrei essere il suo letto,
le sue mutandine, il suo seno
e il suo sesso per farli felici
ogni giorno di più,
la sua bocca, le sue parole, i suoi occhi,
la sua essenza, le sue mani,
bellezza che mi fa bello,
che potrò amare ogni giorno di più.

La velocità del cuore

In alcuni momenti la velocità del cuore
è tale da farsi inseguire, corteggiare,
nell’indisciplina delle briglie sciolte
.
tra nubi disposte ad ammassarsi, proteggere
per non lasciar intravedere l’inseguitore
rimasto indietro.
.
La successiva brinata scioglie silenziosa
il tratto di petto abbandonato dal cuore
con la voglia di star sepolto
dentro due dozzine di rose.

 

Infine

Infine il desiderio
è brandello d’eternità
colmo d’amore senza altro ricordo
qui, nella distrazione
d’anime versatili, indefinite,
liquide
.
cibo e bevanda:
l’alligazione è naturale
col giusto calore,
nello sguardo d’intesa
che lo ha generato.

Il Vaccinone 75

Dopo avere spiegato ad Agone che il Quokka non è un castoro, abbiamo convenuto che la campagna vaginale prosegue a pieno ritmo. L’italia è un grande paese: la stessa propaganda politica diventa sempre più realistica. Siamo passati da otto milioni di baionette a un milione di posti di lavoro a cinquecentomila vaccini al giorno con una facilità sconcertante. Dunque la campagna vaginale prosegue a pieno ritmo, ah si dice vaccinale? Porca miseria, ecco perché Agone era così felice, io parlavo di vaccinoni e lui intendeva vaginone. Per non dargli una delusione, ho deciso di non rivelargli la verità, anzi gli ho persino regalato un numero di Corna Vissute dalla mia misterica collezione personale. Intanto fa un freddo in stile “ultima neve di primavera”, chissà se Renato Cestè ha ricevuto la sua dose di Hastra la Minchia, oppure dell’ultimo ritrovato del Generalissimo, che per per aumentare l’effetto placebo ha ordinato alla truppa di riempire le fiale anzichè utilizzare i bagni.

L’anima

per quanto sia o non sia
i baci lasciano tracce indelebili
senza accorgersi di essere
scoccati, dardi appuntiti,
raggiungendo il segno, il regno,
di una pace postuma
così difficile da realizzare,
messi di sogni, ferocia di papaveri
ovunque punteggiano
in fiamme per ragioni di calore:
l’anima duole ogni giorno
perché la tua è lontana,
trova pace quando s’incontrano