due pezzi

Ferrara

Sbuffa calore bianco
il camino dell’ultima officina,
un cavalcavia
interrompe l’orizzonte.
Dietro smontano tutto
cosa sarà non so.

Fuggiranno nelle valli
armati fino ai denti
figli di ragazze in bicicletta,
gambe piene d’amore opposto
al commentario di ogni giorno,
i sorrisi piantati
sui tornanti più in basso.

Forse era un incendio
nessuno si è fatto male,
riparto da Ferrara
con quel sapore in bocca
per tornare
dove manco.
_________________________________

Mani di pietra

Sono spaccato
pensando mani da muratore
unte d’olio
mani di pietra
precise e da professionista.

Erano pesanti, ricordo
ogni volta che lascio
dormire una camicia
con le altre.

I calendari cambiano
gatti e piccole star,
bambini morti e chicchi di caffè,
te ne sei andato presto, ragazzo.
Nessuna eredità a parte
quelle mani in dotazione.

Ecco, ti ricordo
da questo parcheggio di sole
e non volevo,
mentre un bastardino
prova ad attraversare
e se ne va.

l’inchiesta

bambino

Tutto intorno brillano
tripudio e distruzione.
Murati i confini
per non vedere.

La scimmia deplora
il passo incerto della ripresa,
nel frattempo la finanza
marcia a passo d’oca.
Cosa fa l’europa?
Compiti a casa.

Hai mangiato, amore?

Nel 2500 giungeranno
richieste di perdono
per i delitti di oggi
la storia insegna,
dopo l’indecenza
basta un po’ di perbenismo.

La procura di roma
riaprirà l’inchiesta.

la mosca

Giusto due settimane fa
scrivevo poesie
dal parcheggio di una scuola.

Ricci tagliati di fresco
e un colapasta in testa
ricopiavo epitaffi in inglese
da lapidi sconosciute.

Oggi sei qui,
col sole in faccia stringo gli occhi
come nel sorriso,
mentre ti scaldi come un armadio
sull’infisso in alluminio.

Basta un gesto della mano
per farti alzare, te ne vai
ti salvi la vita.

Attendo per me
lo stesso colpo di mano

buon lavoro

Noi siamo l’umanità migliore,
aggrediti inceneriti messi al cappio,
ogni sera in pezzi
quasi intatti il mattino dopo.

Gente cui augurare un buon lavoro
prosciugato di ogni dignità.

Arte del pronostico praticata
sul futuro di preziosi figli.

L’umanità migliore
ha madri dalle mani sporche
padri sognatori e incerti
inesatte supposizioni.

A chiunque voglia far nascere il mio libro

E’ iniziata la campagna di raccolta fondi per la prenotazione del mio libro Caleranno i Vandali per Samuele Editore, basta munirsi di carta di credito e andare qui. Premere il tasto giallo “contribuisci” e prenotare copia (uno o più) del libro. L’uscita del libro dipende dal raggiungimento dell’obiettivo di questa campagna. A chiunque voglia aderire, una copia autografata, agli altri un abbraccio.

https://www.eppela.com/it/projects/6981-caleranno-i-vandali-poesie

Caleranno-Vandali