Ascolti amArgine: La Plus Belle Des Mers – Yves Montand (1967)

Dagli immortali versi di  Nâzım Hikmet, in “Piraye İçin Yazılmış Saat 21-22 Şiirleri”, raccolta di lettere alla moglie Piraye, scritte nella prigione di Bursa.

24 SETTEMBRE 1945

Il più bel mare
è quello che non navigammo
il più bello dei nostri figli
ancora non è cresciuto
i nostri giorni migliori
non li abbiamo ancora vissuti
e la miglior parola che voglio dirti è:
“Non ti ho ancora detto…”

LA PLUS BELLE DES MERS

La plus belle des mers
Est celle où l’on est pas encore allé.
Le plus beau des enfants
N’a pas encore grandi.
Les plus beaux jours,
Les plus beaux de nos jours,
On ne les a pas encore vécus.
Et ce que moi je voudrais te dire de plus beau,
Je ne l’ai pas encore dis.

Primo Maggio di festa

Primo maggio di festa oggi nel Viet-Nam
E forse in tutto il mondo,
Primo maggio di morte oggi a casa mia
Ma forse mi confondo.
E che titolo rosso oggi sul Viet-Nam
E che sangue negli occhi della mia gente,
E che cosa da niente oggi essere lì
E morire senza il sole del Viet-Nam.
Che sapore di morte oggi dal Viet-Nam
Ma forse è mio padre, mi confondo.
.
Che sapore di sole oggi dal Viet-Nam
Ma forse è proprio il sole, qui, mi confondo.
E confondo la testa col mondo e col Viet-Nam
E confondo i miei occhi con i tuoi,
E che titolo rosso oggi sul Viet-Nam
Ma forse è il tuo sangue,
Mi confondo.

Ascolti amArgine: New Age – Velvet Underground (1970)

Quando compaiono i titoli di coda, come sempre, parte una buona canzone e metà sceneggiatura è già dimenticata. Questa bellissima canzone, assieme alla più nota Sweet Jane, fa parte di Loaded ultimo album dei Velvet prima dell’uscita di Lou Reed e, francamente, mi ha sempre commosso.
.
Nuova Era
.
“Posso avere il tuo autografo?”
chiede alla grassa e bionda attrice
“sai che ho visto tutti i tuoi film
da ‘Sentieri di dolore’ a ‘Gioielli di gloria’?”
“E quando hai baciato Robert Mitchum
accidenti, non pensavo ci saresti riuscita”
.
Ora hai fatto il tuo tempo
E stai cercando l’amore
Hai fatto il tuo tempo ora
E stai cercando l’amore
Correrò da te
Tesoro, quando mi vorrai
Correrò da te
Tesoro, quando mi vorrai
.
“Posso avere il tuo autografo?”
disse alla grassa e bionda attrice
“conosco tutto quello che hai fatto
e comunque odio i divorzi”
A sinistra c’è una doccia di marmo
è stato divertente anche solo per un’ora, ma
.
Ora hai fatto il tuo tempo
E stai cercando l’amore
Hai fatto il tuo tempo ora
E stai cercando l’amore
Correrò da te
Tesoro, quando mi vorrai
Correrò da te
Tesoro, quando mi vorrai
.
Qualcosa mi ha afferrato
ma non so cosa sia
oh qualcosa mi ha afferrato
ma non so cosa sia
E’ l’inizio di una nuova era
è l’inizio di una nuova era
è una nuova era

TESTO ORIGINALE
.
NEW AGE
.
Can I have your autograph
he said to the fat blonde actress
You know I’ve seen every movie you’ve been in
from “Paths of Pain” to “Jewels of Glory”
And when you kissed Robert Mitchum
gee, but I thought you’d never catch him
.
Over the hill right now
and you’re looking for love
You’re over the hill right now
and you’re looking for love
I’ll come running to you
honey, when you want me
I’ll come running to you
honey, when you want me
.
Can I have your autograph
he said to the fat blonde actress
You know I know everything you’ve done
anyway I hate divorces
To the left is a marble shower
it was fun even for an hour, but
.
You’re over the hill right now
and you’re looking for love
You’re over the hill right now
and you’re looking for love
I’ll come running to you
honey, when you want me
I’ll come running to you
honey, when you want me
.
Something’s got a hold on me
and I don’t know what
Oh, something’s got a hold on me
and I don’t know what
It’s the beginning of a new age
It’s the beginning of a new age
it’s a new age
.
********************************************************
Condividi:

Ascolti amArgine: Bruce Springsteen – Girls in Their Summer Clothes (2007)

Uno Springsteen “minore” in un pezzo dall’incedere solenne, quasi gioioso, uno dei suoi brani che amo di più. Buon ascolto.
.
Le ragazze nei loro vestiti estivi
.
Le luci della strada brillano
in Blessing Avenue
coppie di amanti passeggiano
tenendosi per mano
una brezza attraversa la veranda
le biciclette se ne vanno a zonzo
indosso la giacca ed esco
stanotte infiammerò la città
e le ragazze nei loro vestiti estivi
nella fredda luce della sera
le ragazze nei loro vestiti estivi
mi passano a fianco
.
La palla di gomma di un bambino
colpisce il rigagnolo ai piedi di un lampione
suona il grande orologio della banca
e le luci si spengono sulla veranda sonnolenta
il negozio in centro è illuminato
mentre arriva la sera
le cose non sono andate bene
ma so che tutto si rimetterà a posto
e le ragazze nei loro vestiti estivi
nella fredda luce della sera
le ragazze nei loro vestiti estivi
mi passano a fianco
.
Giù al confine della città
Frankie’s Diner è come un amico
il suo neon ruota come la croce
dell’ufficio oggetti smarriti
luci fluorescenti lampeggiano su Bob’s Grill
Shaniqua porta il caffè e chiede “Te la riempio?”
poi aggiunge “Un penny per i tuoi pensieri, mio povero Bill”
.
Lei se n’è andata
tagliandomi come fosse un coltello
ciao bellezza, forse puoi salvarmi la vita
in un attimo arrivo alla strada della magia
l’amore è una danza per i pazzi
non è che mi vada molto, ma i piedi li ho ancora
.
E le ragazze nei loro vestiti estivi
nella fredda luce della sera
le ragazze nei loro vestiti estivi
mi passano a fianco
.
E le ragazze nei loro vestiti estivi
nella fredda luce della sera
le ragazze nei loro vestiti estivi
mi passano a fianco
 
Uno Springsteen “minore” in un pezzo dall’incedere solenne, quasi gioiso, uno dei suoi pezzi che amo di più. Buon ascolto.

Ascolti amArgine: Tonight – David Bowie (1984)

Tonight è un brano musicale da David Bowie e Iggy Pop per l’album solista di quest’ultimo, Lust for Life, pubblicato nel 1977. La canzone venne successivamente registrata per la seconda volta e scelta da Bowie come title track del suo omonimo album del 1984. La canzone venne registrata in duetto con Tina Turner, anche se il singolo fu attribuito al solo Bowie. L’introduzione parlata presente nella versione originale del ’77, che indicava come la canzone fosse da intendersi dedicata a una amante in procinto di morire per overdose d’eroina, venne eliminata da Bowie poiché il cantante pensava fosse troppo lugubre e tipicamente nello stile di Iggy Pop.

Stanotte

Ho visto la mia ragazza
intristirsi
ed ho capito che presto
la sua giovane vita sarebbe finita.
Così mi sono inginocchiato
vicino al suo letto
e queste sono le parole
che le ho detto

Tutto andrà bene stanotte
Nessuno si muove
Nessuno parla
Nessuno pensa
Nessuno cammina stanotte
Stanotte

Tutti staranno bene stanotte
Nessuno si muove
Nessuno parla
Nessuno pensa
Nessuno cammina stanotte
Stanotte

Ti amerò fino alla fine
Io tTi amerò fino alla mia fine
Ti amerò fino alla mia morte
Ti ritroverò in cielo
Stanotte

TESTO ORIGINALE

I saw my baby
She was turning blue
I knew that soon
Her young life was through
And so I got down on my knees
Down by her bed
And these are the words
To her I said

Everything will be alright tonight
Everything will be alright tonight
No one moves
No one talks
No one thinks
No one walks tonight
Tonight
Everyone will be alright tonight
Everyone will be alright tonight
No one moves
No one talks
No one thinks
No one walks tonight
Tonight

I am gonna love you till the end
I will love you till I reach the end
I will love you till I die
I will see you in the sky
Tonight

Ascolti amArgine: We’re Good – Dua Lipa (2021)

Musica di largo consumo, un singolo appena uscito, testo banalotto ma l’arrangiamento e il video sono a mio avviso di alto livello. Buon ascolto.

Stiamo bene

Sono su un’isola, anche quando sei vicino
Non sopporto il silenzio, preferisco stare sola

Penso sia abbastanza chiaro e semplice, abbiamo dato tutto ciò che potevamo avere
È ora che ti saluti dalla finestra
Finiamola come dovremmo e diciamo che stiamo bene

Non dobbiamo essere come il sonno e la cocaina
Quindi accettiamo almeno di andare ognuno per la propria strada
Non ti giudicherò quando sarai con qualcun altra
Finché giuri che non ti arrabbierai quando farò io stesso
Finiamola come dovremmo e diciamo che stiamo bene

Non c’è bisogno di nasconderlo, vai a prendere quello che vuoi
Non sarà un peso se entrambi non portiamo rancore

Ora ti stai mettendo contro di me, come sapevo avresti fatto
Sto facendo del mio meglio per renderlo facile
Quindi non guardarmi così, dì solo che stiamo bene

TESTO ORIGINALE

I’m on an island, even when you’re close
Can’t take the silence, I’d rather be alone

I think it’s pretty plain and simple, we gave it all we could
It’s time I wave goodbye from the window
Let’s end this like we should and say we’re good

We’re not meant to be like sleeping and cocaine
So let’s at least agree to go our separate ways
Not gonna judge you when you’re with somebody else
As long as you swear you won’t be pissed when I do it myself
Let’s end it like we should and say we’re good

No need to hide it, go get what you want
This won’t be a burden if we both don’t hold a grudge

I think it’s pretty plain and simple, we gave it all we could
It’s time I wave goodbye from the window
Let’s end this like we should and say we’re good

We’re not meant to be like sleeping and cocaine
So let’s at least agree to go our separate ways
Not gonna judge you when you’re with somebody else
As long as you swear you won’t be pissed when I do it myself
Let’s end it like we should and say we’re good

Now you’re holding this against me, like I knew you would
I’m trying my best to make this easy
So don’t give me that look, just say we’re good

We’re not meant to be like sleeping and cocaine
(Like sleeping and cocaine)
So let’s at least agree to go our separate ways
(To go our separate ways, oh)
Not gonna judge you when you’re with somebody else
As long as you swear you won’t be pissed when I do it myself
Let’s end it like we should and say we’re good

**************************************************

Ascolti amArgine: Saint James Infirmary – Hugh Laurie (2011)

Certo che è suggestivo sentire Doctor House cantare come certi blues men di colore di quasi un secolo fa. E certo è un bel sentire e aspirare il suono di questa estemporanea big band. Saint James Infirmary è un brano di Cab Calloway del 1933. Si tratta di una reinterpretazione del brano “St. James Infirmary Blues”, la cui origine è incerta. Cab Calloway realizzò questa versione per il cartone animato di Betty Boop del 1933 Snow White, buon ascolto.

Infermeria Saint James

Sto andando all’Infermeria St. James
A vedere la mia piccola
E’ distesa sopra un lungo tavolo bianco
Lei è così dolce, così fredda, così giusta

Lasciate andare, lasciate andare, Dio la benedica
Ovunque possa essere
Cercherà per questo vasto mondo
Ma non troverà mai un altro uomo così dolce come me

Quando morirò, seppellitemi con le mie bretelle
Fatemi indossare un cappotto box-back e un cappello Stetson
Mettete un pezzo d’oro da venti dollari sulla mia catena da orologio
Così per far sapere a tutti i ragazzi che sono morto in piedi

E datemi sei maledetti portatori
Lasciate che una corista mi canti una canzone
Mettete una torrida Jazz band alla testa del corteo
Potremo innalzare un Alleluia mentre procediamo

Ora avete sentito la mia storia gente
Di ragazzo, passami un altro po’ di quell’alcool
Se qualcuno dovesse chiedertelo
Lascia che io abbia solo quel blues dell’Infermeria St. James

TESTO ORIGINALE

Well folks, I’m goin’ down to St. James Infirmary
See my little baby there
She’s stretched out on a long, white table
Well she looks so good, so cold, so fair

Let her go, let her go, God bless her
Wherever she may be
You may search this whole wide world over
But she’ll never find another sweetheart like me, yeah

Take apart your bones and put ‘em back together
Tell your mother that you are somebody new
Feel the breeze blow and tell ‘em all, “Look out here it comes!”
Now I can say whatever I feel like to you

Then keep me six crap-shooting pallbearers
Let a chorus girl sing me a song
Put a red-hot jazz band, we raise
Hallelujah as we go along, well

Well folks, now that you have heard my story
Say boy, hand me another shot of that rye
And if anyone else should ask you
Just tell ‘em I’ve got some of those St. James Infirmary blues