ascolti amArgine: Only Happy When It Rains (1995)

Il che in questi tempi incerti è prassi, basta far buon viso a cattivo gioco. Un buon indie rock quello dei Garbage prima maniera, di una sensualità sconvolgente la cantante, Miss Shirley Manson, da far venire una voglia impellente di alzarle quella formalità di vestitino che indossa. Il disco da cui è tratta è quello di esordio della band del Wisconsin.

Sono felice solo quando piove
sono semplicemente felice quando è complicato
e sebbene io sappia che tu non lo possa apprezzare
sono solamente felice quando piove
Tu sai che amo quando le notizie sono cattive
perchè fa stare così bene sentirsi così tristi
Sono soltanto felice quando piove

Riversa completamente la tua miseria
Riversa completamente la tua miseria su di me

Io semplicemente sorrido nel buio
Il mio solo conforto è quando la notte si fa oscura
Non ti ho per caso detto che
Sono solamente felice quando piove
Riceverai il messaggio nel tempo passato con me
Quando mi lamento di te e di me
Io sono soltanto felice quando piove

Riversa completamente la tua miseria… riversa completamente la tua miseria
Riversa completamente la tua miseria su di me… riversa completamente la tua miseria
Mi puoi fare compagnia
Fino a quando non te ne importa più

Io sono felice solo quando piove
Vuoi sentire della mia nuova ossessione
Sto volando sopra una profonda depressione
Io sono soltanto felice quando piove… riversa completamente qualche miseria su di me

Testo Originale:

I’m only happy when it rains
I’m only happy when it’s complicated
And though I know you can’t appreciate it
I’m only happy when it rains
You know I love it when the news is bad
Why it feels so good to feel so sad?
I’m only happy when it rains
Pour your misery down
Pour your misery down on me
Pour your misery down
Pour your misery down on me
I’m only happy when it rains
I feel good when things are goin’ wrong
I only listen to the sad, sad songs
I’m only happy when it rains
I only smile in the dark
My only comfort is the night gone black
I didn’t accidentally tell you that
I’m only happy when it rains
You’ll get the message by the time I’m through
When I complain about me and you
I’m only happy when it rains
Pour your misery down (Pour your misery down)
Pour your misery down on me
Pour your misery down (Pour your misery down)
Pour your misery down on me
Pour your misery down (Pour your misery down)
Pour your misery down on me
Pour your misery down
You can keep me company
As long as you don’t care
I’m only happy when it rains
You wanna hear about my new obsession?
I’m riding high upon a deep depression
I’m only happy when it rains
Pour some misery down on me
I’m only happy when it rains
Pour some misery down on me
I’m only happy when it rains
Pour some misery down on me
I’m only happy when it rains
Pour some misery down on me
I’m only happy when it rains
Pour some misery down on me
Pour some misery down on me
Pour some misery down on me
Pour some misery down on me
Pour some misery down on me
Pour some misery down on me
Compositori: Douglas Elwin Erickson / Shirley Ann Manson / Steve W. Marker / Bryan David Vig
Testo di Only Happy When It Rains © Kobalt Music Publishing Ltd., Universal Music Publishing Group

Originale e traduzione da

http://www.traduzionecanzone.it/testo-tradotto/canzone_only-happy-when-it-rains_garbage.asp?id=1345&testo%20canzone%20di=Garbage

Annunci

ascolti amArgine: Sister di Mark Lanegan

Il brano, veramente carico di suggestione verbale e sonora è contenuto nell’album Gargoyle del 2017: pur nei suoi tanti limiti la traduzione è mia.

Sorella

Quegli spiriti nel bosco
Non posso contarli tutti
Strega bianca morta
Corri giù nella radica
Inseguimi con lo sguardo finché non cadrò

Lo specchio è mio di notte
Osa la mia anima dormire
Vuole la mia anima mantenersi

Sorella
Sorella mia
Imposta il cielo in fiamme
Il regno selvaggio è cieco

Quegli spiriti nel bosco
Non posso nominarli tutti
Mettimi dentro un cappuccio
Portami al muro
Tutte queste cose solitarie
Sono stato così vicino
Tu svolti lo stesso
Eppure non sono mai stato qui

La morfina drogò l’uomo che si è ritrasse
Il capitano guidò la nave verso la rovina
Il corvo rilasciò il palloncino cremisi

TESTO ORIGINALE SISTER

Those spirits in the wood
I can’t count them all
Run me down the briar
Chase me till I fall
The dead white witch’s gaze

Mirror’s mine at night
Dares my soul to sleep
Wants my soul to keep

Sister
Sister of mine
Set the sky on fire
The savage kingdom is blind

Those spirits in the wood
I can’t name them all
Place me in a hood
Walk me to the wall
All these lonely things
I have held so near
You glean just the same
Yet they’re never here

Sister
Sister of mine
Set the sky on fire
The savage kingdom is blind

The morphine drugged the man who marooned
The captain steered the ship to ruin
The crow released the Crimson balloon
The morphine drugged the man who marooned

ascolti amArgine: Amy Winehouse, Love is a losing game (2007)

“Love Is a Losing Game è il quinto singolo tratto da Back to Black, secondo album della cantante e autrice soul inglese Amy Winehouse, dopo l’album Frank (2003). È uscito come singolo il 10 dicembre 2007 in Gran Bretagna. In Italia è arrivato nella primavera del 2008. Nel 2008, all’ultimo anno del corso letteratura inglese gli studenti della Cambridge University durante l’esame di Practical Criticism hanno analizzato i testi di Love Is a Losing Game paragonandoli a poesie di Sir Walter Raleigh“. (Wikipedia, voce Love Is a Losing Game). La traduzione invece è mia.

Per te ero una semplice avventura,
l’amore è un gioco perdente
cinque storie, fuoco appena sei arrivato
l’amore è un gioco in cui si perde

Uno con cui non vorrei aver mai giocato,
oh che casino abbiamo combinato
e adesso la considerazione finale,
l’amore è un gioco perdente

Giocato senza complicità
l’amore è una mano perdente
più di quanto avrei potuto sopportare
l’amore è una mano in cui si perde

Credevo profondamente in te
fino a quando le fiches sono finite,
so che ami il gioco d’azzardo
l’amore è una mano perdente

Sebbene io sia piuttosto cieca
l’amore è un destino rassegnato
i ricordi rovinano la mente
l’amore è un destino rassegnato

Tutte le nostre futilità
derise dagli dei,
oggi è la considerazione finale,
l’amore è un gioco in cui si perde.

Amy Winehouse – Love Is A Losing Game testo originale

For you I was a flame
Love is a losing game
Five story fire as you came
Love is a losing game

Why do I wish I never played
Oh what a mess we made
And now the final frame
Love is a losing game

Played out by the band
Love is a losing hand
More than I could stand
Love is a losing hand

Self professed… profound
Till the chips were down
…know you?re a gambling man
Love is a losing hand

Though I?m rather blind
Love is a fate resigned
Memories mar my mind
Love is a fate resigned

Over futile odds
And laughed at by the gods
And now the final frame
Love is a losing game

ascolti amArgine: R.E.M. Man on the moon

La canzone è del 1992 e fa parte del disco Automatic for the people. E’ dedicata al comico Andy Kaufman. scomparso prematuramente. Proprio questa canzone ha fatto rinascere l’interesse intorno a questo singolare personaggio scomparso prematuramente ed ha ispirato l’omonimo film di Milos Forman del 1999, con protagonista un eccezionale Jim Carrey.
Tra le sue bizzarre iniziative di Kaufman, incontri di wrestling tra uomini e donne, non si sa se combinati o veri, abbondantemente citati nel testo della canzone, così come le sue imitazioni di Elvis Presley.

Moot The Hoople e il gioco della vita.
Andy Kaufman e l’incontro di wrestling.
Monopoli, 21, dama e scacchi.
Il signor Fred Blassie nel casino del breakfast.
Giochiamo a Twister, giochiamo a Risiko.
Ci vediamo in paradiso se completi la lista.

Ehi Andy, l’hai sentita questa? Dimmi, sei rimasto bloccato da una presa di wrestling?
Ehi Andy, stai imitando Elvis? Ehi, stiamo perdendo il contatto?

Se hai creduto che hanno portato un uomo sulla luna.
Se credi che non sto nascondendo nulla, allora non va bene.

Mosè andava camminando con la sua verga di legno.
Newton è stato colpito in piena testa dalla mela.
L’Egitto è stato sconvolto dall’orribile aspide.
Il signor Charles Darwin ha avuto la sfacciataggine di chiedere.

(ritornello)

Ecco un piccolo dibattito per gli scettici.
Ecco una piccola traccia fantasma per il miglior offerente.
Ecco un camion che parcheggia nella Basilica di San Pietro.
Il signor Andy Kaufman va a fare incontri di wrestling.

Ehi Andy, l’hai sentita questa?
Dimmi, sei rimasto bloccato da una presa di wrestling?
Ehi Andy, stai imitando Elvis?
Ehi, stiamo perdendo il contatto?

Se hai creduto che hanno portato un uomo sulla luna,
se credi che non sto nascondendo nulla,
allora non va bene

Mott the Hoople and the game of Life
Yeah, yeah, yeah, yeah
Andy Kaufman in the wrestling match
Yeah, yeah, yeah, yeah
Monopoly, Twenty-one, Checkers, and Chess
Yeah, yeah, yeah, yeah
Mister Fred Blassie in a breakfast mess
Yeah, yeah, yeah, yeah
Let’s play Twister, let’s play Risk
Yeah, yeah, yeah, yeah
See you heaven if you make the list

Now, Andy did you hear about this one
Tell me, are you locked in the punch
Andy are you goofing on Elvis? Hey, baby
Are we losing touch
If you believed they put a man on the moon, man on the moon
If you believe there’s nothing up his sleeve, then nothing is cool

Moses went walking with the staff of wood
Yeah, yeah, yeah, yeah
Newton got beaned by the apple good
Yeah, yeah, yeah, yeah
Egypt was troubled by the horrible asp
Yeah, yeah, yeah, yeah
Mister Charles Darwin had the gall to ask
Yeah, yeah, yeah, yeah

Now Andy did you hear about this one
Tell me, are you locked in the punch
Hey, Andy are you goofing on Elvis? Hey, baby.
Are you having fun
If you believed they put a man on the moon, man on the moon
If you believe there’s nothing up his sleeve, then nothing is cool

Here’s a little agit for the never-believer
Yeah, yeah, yeah, yeah
Here’s a little ghost for the offering
Yeah, yeah, yeah, yeah
Here’s a truck stop instead of Saint Peter’s
Yeah, yeah, yeah, yeah
Mister Andy Kaufman’s gone wrestling
Yeah, yeah, yeah, yeah

Now Andy did you hear about this one
Tell me, are you locked in the punch
Hey Andy are you goofing on Elvis, hey baby,
Are we losing touch

If you believed they put a man on the moon, man on the moon
If you believe there’s nothing up his sleeve, then nothing is cool

ascolti amArgine: Noir Désir – Le Vent Nous Portera

Non ho paura della strada
Dovremmo vedere, dobbiamo assaggiare
Meandri nella cavità dei reni
E tutto andrà bene

Il vento prevarrà

Il tuo messaggio al grande orso
E la traiettoria della gara
Un’istantanea di velluto
Anche se è inutile

Il vento prevarrà
Tutto sparirà
Il vento ci porterà
La carezza e l’uva

Questa piaga che ci affligge
Il palazzo degli altri giorni
Da ieri e da domani

Il vento li porterà

Genetica portata a tracolla
Cromosomi nell’atmosfera
Taxi per le galassie
E il mio tappeto volante che dice?

Questa fragranza dei nostri anni morti
Coloro che possono bussare alla tua porta
Infinito del destino
Chiediamo a caso, cosa ricordiamo?

Il vento prevarrà

Mentre la marea sale
E che ognuno rifà i suoi conti
Prendo l’incavo della mia ombra
Polvere di te

Je n’ai pas peur de la route
Faudrait voir, faut qu’on y goûte
Des méandres au creux des reins
Et tout ira bien

Le vent l’emportera

Ton message à la grande ourse
Et la trajectoire de la course
A l’instantané de velours
Même s’il ne sert à rien

Le vent l’emportera
Tout disparaîtra
Le vent nous portera
La caresse et la mitraille

Cette plaie qui nous tiraille
Le palais des autres jours
D’hier et demain

Le vent les portera

Génétique en bandoulière
Des chromosomes dans l’atmosphère
Des taxis pour les galaxies
Et mon tapis volant dis?

Ce parfum de nos années mortes
Ceux qui peuvent frapper à ta porte
Infinité de destin
On en pose un, qu’est-ce qu’on en retient?

Le vent l’emportera

Pendant que la marée monte
Et que chacun refait ses comptes
J’emmène au creux de mon ombre
Des poussières de toi

ascolti amArgine: Lili Marleen interpretata da Ute Lemper

Vor der Kaserne
Vor dem großen Tor
Steht eine Laterne
Und steht sie noch davor
so woll’n wir uns da wieder seh’n
Bei der Laterne wollen wir steh’n
Wie einst Lili Marleen,
Wie einst Lili Marleen.

Unsere beiden Schatten
Sah’n wie einer aus
Daß wir lieb uns hatten
Das sah man gleich daraus
Und alle Leute soll’n es seh’n
Wenn wir bei der Laterne steh’n
Wie einst Lili Marleen,
Wie einst Lili Marleen.

Deine Schritte kennt sie,
Deinen schönen Gang
Alle Abend brennt sie
Doch mich vergaß sie lang
Und sollte mir ein Leid gescheh’n
Wer wird bei der Laterne stehen
Mit dir Lili Marleen,
Mit dir Lili Marleen?

Aus dem stillen Raume,
Aus der Erde Grund
Hebt mich wie im Traume
Dein verliebter Mund
Wenn sich die späten Nebel dreh’n
Werd’ ich bei der Laterne steh’n
Mit dir Lili Marleen,
Mit dir Lili Marleen? (bis)

Wenn sich die späten Nebel dreh’n
Werd’ ich bei der Laterne steh’n
Mit dir Lili Marleen,
Mit dir Lili Marleen?

LILI MARLEEN
CANZONE DI UNA GIOVANE SENTINELLA

Davanti alla caserma
davanti al portone
si trovava un lampione
che è rimasto lì tutt’oggi
se ci volessimo rivedere
potremmo ritrovarci vicino al lampione
come una volta Lili Marleen
come una volta Lili Marleen

Le nostre ombre si fondevano
sembravano essere una sola
avevamo così tanto amore dentro di noi
che si vedeva subito anche da fuori
e tutti lo potevano vedere
quando stavamo vicino al lampione
come una volta Lili Marleen
come una volta Lili Marleen

Ma ecco che chiamò la guardia
“suonano la ritirata
questo ti può costare tre giorni”
“Camerata, vengo subito”
così ci dicemmo arrivederci
ma come avrei voluto invece venire con te!
come una volta Lili Marleen
come una volta Lili Marleen

Lei conosceva bene i tuoi passi
e la tua andatura delicata
tutte le sere si ardeva d’amore
ma nonostante ciò si stava dimenticando di me
procurandomi un gran dolore
chi ci sarà ora vicino al lampione
con te Lili Marleen? chi ci sarà?

Da luoghi silenziosi
dal profondo della terra
si alza come in un sogno la tua bocca
quando le tarde nebbie svaniranno
io sarò di nuovo vicino al lampione
come una volta Lili Marleen
come una volta Lili Marleen

(Traduzione di Monia Verardi)

Testo originale e traduzione sono tratti dal sito antiwarsongs.org

per saperne di più:

https://www.antiwarsongs.org/canzone.php?id=1600&lang=it

ascolti amArgine: Hotel Plaza Faust’O Rossi

Hotel Plaza gli sguardi fermi come fotografie
Hotel Plaza le mani fredde oblique nelle mie
Hotel Plaza fermare il tempo con abilità
Hotel Plaza un grido curvo senza atrocità
La notte è pelle trasparente, le voci basse nelle stanze
la mia presenza un incidente, così dolce per noi
dentro questi specchi

Hotel Plaza dimenticarsi di fuggire via
Hotel Plaza l’onore intenso come frenesia
i giorni spesi lentamente, i passi incerti nelle stanze
il cuore un dubbio intermittente, così dolce per noi
dentro questi specchi

La tua tranquillità, la forza che non hai
vorrei strapparti un grido e portarti via
La tua immobilità, la rabbia che non hai
schiacciata in questi specchi è una follia
Metalfilm

Hotel Plaza amo i tuoi fiori come nevrastenie
Hotel Plaza le mani fredde obblique nelle mie
la notte è un sogno permanente, il ritmo denso delle danze
ricordo Atlantico Dicembre, così dolce per noi
dentro questi specchi

Fausto Rossi è nato in provincia di Pordenone, ma con la famiglia si trasferirà presto a Milano. All’età di cinque anni incomincia a studiare pianoforte. Ben presto si avvicinerà alla musica inglese e poi a quella punk americana. Il brano è tratto dal LP J’accuse… amore mio del 1980.