Supper’s Ready Live – Genesis (quando erano sinonimo di genialità) – 1972

La cena è pronta

 
 
 

Camminando attraverso il salotto, spengo il televisore
Sedendo dietro te, guardo nei tuoi occhi
Mentre il suono delle automobili svanisce nella notte
Giuro che ho visto la tua faccia cambiare, non sembra tu stia bene
Ed è un “pronto piccola”, con i tuoi occhi che guardano così blu
Ehi piccola mia, non sai che il nostro amore è vero

Venendoci vicino con gli occhi, una distanza precipita attorno ai nostri corpi
Fuori in giardino, la luna sembra molto luminosa
Sei santi incappucciati si spostano lentamente attraverso il prato
Il settimo cammina davanti con in mano una croce impugnata in alto
Ed è ehi piccola la tua cena ti sta aspettando
Ehi piccola mia, non sai che il nostro amore è vero?

Sono stato così lontano da qui
Lontano dalle tue braccia calde
È bello sentirti di nuovo
È passato tanto tanto tempo
Non è vero?

Conosco un contadino che si occupa della fattoria
Con l’acqua pulita, si prende cura di tutto il raccolto
Conosco un vigile del fuoco che si prende cura degli incendi

Voi, non vedete che vi ha ingannato tutti
Sì, è di nuovo qui
Non riuscite a vedere che vi ha ingannato tutti?
Condividi la sua pace, firma il contratto
È uno scienziato supersonico
È il santone eterno garantito
Guarda, guarda nella mia bocca gridò
E tutti i bambini hanno perso molti sentieri
Scommetto che la mia vita in cui entrerai
Mano nella mano
Glande nel glande
Con un cucchiaio pieno di miracoli
Lui è il santone eterno garantito
Vi scuoteremo, scuoteremo voi piccoli serpenti
Vi terremo caldi e accoglienti

Indossiamo sentimenti sulle nostre facce mentre le nostre facce si riposano
Abbiamo camminato attraverso i campi per vedere i bambini dell’Occidente
Ma abbiamo visto una schiera di cavalieri dalla pelle scura in piedi sotto il terreno

In attesa di combattere

La battaglia iniziò, sono stati liberati
Uccidere il nemico per la pace, bang, bang, bang
Bang, bang, bang
E mi hanno dato una meravigliosa pozione
Perché non posso contenere la mia emozione
E anche se mi sento bene
Qualcosa mi dice che farei meglio ad attivare la mia capsula di preghiera

Oggi è un giorno da celebrare, i nemici hanno incontrato il loro destino
L’ordine di rallegrarsi e danzare è arrivato dal nostro signore della guerra

Vagando nel caos che la battaglia si è lasciata dietro
Ci arrampichiamo sulla montagna di carne umana
Su un altopiano di erba verde, e alberi verdi pieni di vita
Una giovane figura si siede in piscina
È stato marchiato come “Pancetta Umana” da qualche strumento di macelleria
Sei tu

La Sicurezza Sociale si è presa cura della sua donna
Guardiamo con venerazione, mentre Narciso è trasformato in fiore
Un fiore?

Se vai giù nella Fattoria di Willow
A cercare farfalle, addii svolazzanti, mosche da fiumiciattolo
Apri gli occhi, è pieno di sorprese
Tutti giacciono come la volpe sulle rocce
E la scatola musicale
Oh, ci sono Mamma e Papà, e il bene e il male
E tutti sono felici di essere qui

C’è Winston Churchill travestito
Era solito essere una bandiera inglese, un borsa di plastica, che travestito
La rana era un principe
Il principe era un mattone, il mattone era un uovo, l’uovo era un uccello
(Vola via dolce piccola cosuccia, ti stanno fottendo duramente)
Non hai sentito? (Ti trasformeranno in un essere umano!)
Sì, siamo felici come pesci e sfarzosi come oche
E meravigliosamente puliti nel mattino

Abbiamo tutto, stiamo facendo crescere tutto
Alcuni sono dentro, alcuni sono fuori
Abbiamo certe cose feroci che ci fluttuano in mente
Tutti, stiamo cambiando tutti
Dai un nome a tutti loro, li abbiamo qui
E le vere stelle devono ancora apparire
(Tutto cambia!)

Senti il tuo corpo sciogliersi
Da mamma a fango, da pazza a papà
Papà è andato in ufficio, papà è andato in ufficio
Siete tutti pieni di grana
Da papà a madre, da stupido a mamma
Mamma ha fatto il bucato, mamma ha fatto il bucato
Siete tutti pieni di grana

Fammi sentire le tue bugie, stiamo vivendo estremamente occupati
Ooh, aah, na-na-na
Mamma ti voglio ora

E mentre ascolti la mia voce
Per cercare porte nascoste, pavimenti in ordine, più applausi
Sei stato qui tutto il tempo
Che ti piaccia o no, apprezza ciò che hai
Sei sotto il terreno (il terreno, il terreno)
Sì, profondo nel terreno (il terreno, il terreno, il terreno)
Così finiremo con un sibilo e finiremo con uno scoppio
E tutti noi ci adattiamo nei nostri posti

Con le guardie di Magog, brulicanti
Il pifferaio pezzato porta i suoi bambini sotto terra
Draghi che escono dal mare
Una testa d’argento scintillante di saggezza mi guarda
Lui porta giù il fuoco dai cieli
Puoi vedere che sta facendo bene dallo sguardo negli occhi degli umani
È meglio non compromettersi, non sarà facile

666 non è più solo
Sta tirando fuori il midollo dalla tua spina dorsale
E le sette trombe suonano dolce rock and roll
Soffieranno proprio dentro la tua anima
Pitagora con lo specchio riflette la luna piena
Nel sangue, sta scrivendo il testo di una canzone nuova di zecca

Ed è ehi piccola, con i tuoi occhi che guardano così blu
Ehi piccola mia, non sai che il nostro amore è vero?
Sono stato lontano da qui, lontano dalle tue braccia calde
Ora sono ritornato di nuovo
E piccola, sta andando bene

Non riesci a sentire le nostre anime accendersi?
Spargere i colori che cambiando continuamente
Nell’oscurità della notte che svanisce
Come il fiume si unisce all’oceano
Come il germe cresce in un seme
Ci siamo finalmente liberati per tornare a casa

C’è un angelo in piedi nel sole
E sta gridando con voce forte
“Questa è la cena del potente”
Signore dei Signori, Re dei Re
È tornato per condurre i bambini a casa
Per portarli nella nuova Gerusalemme.

Ascolti amArgine: St. Dymphna di Nicole Atkins (2020)

Italian Ice di Nicole Atkins è stato uno degli album più gagliardi e belli dell’anno 2020.  Il brano è tratto da questo album, buon ascolto.

Santa Dymphna

Santa Dymphna, mi senti?
Pensi di potermi richiamare?
Perché penso che mi spezzerò
Andrò fuori di testa!

Ne hai passate molte di più,
E non ti sei mai veramente tirata indietro
No

E quando cado giù,
Tutto quello che so è che
Preferisco morire piuttosto che andare fuori di testa!

Ti ho lasciato un messaggio quando mi richiamerai?
Ave Maria, ragazza, ti vedo!

Sei solo una nenia che canto a me stessa quando ho bisogno di crollare?
Siamo tutti emarginati dal giardino?

Oppure siamo santi, spezzati e martirizzati
Ogni volta che cadiamo?

Non lo so.
Ogni volta che andiamo giù
Tutto quello che so è che
Preferisco morire piuttosto che andare fuori di testa!

Ti ho lasciato un messaggio.
Spero che tu lo senta.
Quando mi richiamerai?

Testo originale

St. Dymphna, can you hear me?
Do you think you could call me back?
Cuz I think I’m gonna break down,
Out of my mind!

You’ve been through so much more,
And you never really backed down,

No, no, no,

And when I break down,
All I know is

I’d rather die than go out of my mind!
I left you a message when will you call me back?

Ave Maria, girl, I see ya!
Are you just a melody I sing to myself when I need to come down?

Are we all outcasts from the garden?
Or, are we saints, broken and martyred

Everytime we come down? I don’t know.
Everytime we come down,
All I know is

I’d rather die than go out of my mind!
I’d rather die than go out of my mind!

I left you a message. I hope that you hear me.
When will you call me back?

Ascolti amArgine: The Runaways – Babe Ruth (1972)

Babe Ruth sono un gruppo inglese originario di Hatfield. La band è stata attiva nella prima metà degli anni ’70 e si è poi ricomposta nel 2005. Hanno avuto un discreto successo negli Stati Uniti, ma questo pezzo è a parer mio, uno dei loro migliori anche se meno conosciuto.
.
I fuggitivi
.
Uomo su un marciapiede, fredda pietra,
sta portando il peso di tutti
e una lacrima agli occhi.
Specchi di luna nel cielo nero
i suoi sogni sono stati innalzati troppo in alto
.
Ora sta scoprendo di essersi in ogni modo perso
speranze che si infrangeranno una dopo l’altra.
Non ti fidi del cuore di nessuno
Perché ti faranno a pezzi
e rideranno mentre fuggi
.
il tempo è ormai passato
Disse il ragazzo in fuga
mentre tutti lo allontanavano
.
Non vogliatemi male, vi prego
non datemi più motivi per odiare
perché i santi dei vostri cortili
si sono comportati troppo duramente
Non te ne andrai prima che sia troppo tardi?
.
il tempo è ormai passato
Disse l’uomo con la pistola
Alla folla mentre tutti si allontanavano
Testo originale
.
Man on a sidewalk, stone cold
He’s carrying everyone’s load
And a tear in his eye
Mirrors moon in black sky
His dreams have been builded too high
.
Now he’s finding he’s lost every way
Hopes shattering one by one day
Don’t you trust no one’s heart
‘Cause they’ll tear you apart
And they’ll laugh as you’re runnin’ away
.
The time has now gone
Said the boy on the run
To the crowd as they all turned him away
.
Don’t you give me no hard luck I pray
Don’t you give me more reasons to hate
‘Cause the saints of your yard
Have been acting too hard
Won’t you clear out before it’s too late
.
The time has now gone
Said the man with the gun
To the crowd as they all turned away
.
The time has now gone
Said the man with the gun
To the crowd as they all turned away
.
***

Welcome to the internet – Bo Burnham (per una serata inquietante il giusto)

Benvenuto in Internet
Dai un’occhiata in giro
Tutto ciò a cui il tuo cervello riesce a pensare può essere trovato
Abbiamo montagne di contenuti
Alcuni meglio, altri peggio
Se niente di tutto questo ti interessa, saresti il ​​primo

Benvenuto in Internet
Vieni a sederti
Vuoi vedere le novità
O qualsiasi famoso piede femminile

Non c’è bisogno di farsi prendere dal panico
Questo non è un test
Annuisci o scuoti la testa e noi faremo il resto

Benvenuto in Internet
Cosa preferisci:
Ti piacerebbe lottare per i diritti civili
Oppure twitta un insulto razzista
Siate felici
sii arrapato
scoppiare di rabbia
Abbiamo un milione di modi diversi per impegnarci

Benvenuto in Internet
Metti da parte le tue preoccupazioni
Ecco un consiglio per colare la pasta
Ecco un bambino di nove anni che è morto
Abbiamo film, dottori e fantasport
E un mucchio di disegni a matita colorata di tutti i diversi personaggi di Harry Potter che si scopano a vicenda! Benvenuto in Internet!

Tieni i calzini
Perché un ragazzo a caso ti ha gentilmente inviato le foto del suo cazzo
Sono granulosi e sgradevoli
Ti ha appena mandato di più
Non fare la sorpresa
Sai che ti piace, puttana

Vedere un uomo decapitato
Offendersi, vedere uno strizzacervelli
Mostraci le foto dei tuoi figli
Raccontaci ogni pensiero che pensi

Inizia un pettegolezzo, compra una scopa
O inviare una minaccia di morte a un boomer
Oppure DM una ragazza e strigliala
Fai uno Zoom o trova un tumore
Ed ecco un’opzione salutare per la colazione
Dovresti uccidere tua madre

Ecco perché le donne non ti scopano mai
Ecco come costruire una bomba
Quale Power Ranger sei?
Rispondi a questo strano quiz
Obama ha mandato gli immigrati
Per vaccinare i vostri bambini

Posso interessarti in tutto?
Tutto il tempo?
Un po’ di tutto
Tutto il tempo
L’apatia è una tragedia
E la noia è un crimine
Tutto e niente
Tutto il tempo

Posso interessarti in tutto?
Tutto il tempo?
Un po’ di tutto
Tutto il tempo
L’apatia è una tragedia
E la noia è un crimine
Tutto e niente
Tutto il tempo

Sai, non è sempre stato così

Non molto tempo fa
Poco prima del tuo tempo
Proprio prima che cadessero le torri
Nel 99 più o meno

Questo era cataloghi
Blog di viaggio
Una chat room o due
Abbiamo fissato i nostri obiettivi e trascorso le nostre notti
In attesa
Per te
voi
Insaziabile tu
La mamma ti ha lasciato usare il suo iPad
Avevi appena due anni
E ha fatto tutte le cose
L’abbiamo progettato per farlo

Adesso guardati
Oh

Guardati
tu, tu
Inarrestabile, guardabile
Il tuo momento è adesso
Il tuo dentro è fuori
Tesoro, come sei cresciuto
E se restiamo uniti
Chissà cosa faremo
È sempre stato il piano
Per mettere il mondo nelle tue mani

Posso interessarti in tutto?
Tutto il tempo
Un po’ di tutto
Tutto il tempo
L’apatia è una tragedia
E la noia è un crimine
Tutto e niente
E qualsiasi cosa
E qualsiasi cosa
E tutto il tempo

 

 

Ascolti amArgine: John Foxx – A New Kind of Man (1980)

Un nuovo tipo di uomo

Uscì di nuovo dal film
Spazzò via la polvere e se ne andò
Il tocco di una mano stava svanendo da lui
Iniziò una scena diversa
Una voce fuori campo attraverso scene dell’alba
“Sembra che qualcuno stia usando i miei occhi”
Soffiando il vento gonfiò le tende
Si guardò le mani

Era un nuovo tipo di uomo

Sente la pioggia sul viso
È di nuovo giovane, di nuovo diciannovenne
Colline blu su un orizzonte lontano
Qualcuno gli ha preso la mano
Una specie di silenzio sott’acqua
Ronzio di tralicci elettrici
“Non dimenticarmi” svanì statico
Iniziò un’altra scena

Facce trasparenti della vecchia scuola
Nessuno su cui proiettarli
Guida nel 1958
E qualcuno dice il suo nome
Salutò di nuovo uscì dal film
Si voltò tremò e se ne andò
Provò una sorta di nostalgia lontana
Iniziò un’altra scena

Testo oiginale

He stepped out of the film again
Brushed off the dust and walked away
The touch of a hand was fading from him
A different scene began
A voice-over through scenes of sunrise
“It feels like someone’s using my eyes”
Tinsel wind and curtains blowing
He looked down at his hands

He was a new kind of man
He was a new kind of man
He was a new kind, a new kind of man

He feels the rain upon his face
He’s young again, nineteen again
Blue hills on a distant skyline
Someone took his hand
An underwater kind of silence
Humming of electric pylons
“Don’t forget me” fades in static
Another scene began

Transparent faces from the old school
No-one to project them onto
He drives by 1958
And someone says his name
He waved out of the film again
He turned and he flickered and he walked away
He felt a distant kind of longing
Another scene began

October – U2 (1981)

Ottobre
.
Ottobre
E gli alberi vengono spogliati
Di tutto quello che indossano
Cosa mi importa? 
.
Ottobre
E i regni sorgono
E i regni cadono
Ma tu vai avanti e avanti
.

October
And the trees are stripped bare
Of all they wear
What do I care?
.
October
And kingdoms rise
And kingdoms fall
But you go on and on
.
******************

Das ist alles von der Kunstfreiheit gedeckt di Danger Dan (2021)

Il 26 marzo 2021 “Das ist alles von der Kunstfreiheit gedeckt” esce come singolo in tutte le piattaforme digitali. La canzone è una marcia pianistica che gioca sull’accumulo di tensione, grazie anche ai cambi di andamento e alle grandi quantità di sillabe che Pongratz riesce a comprimere in sofisticati scioglilingua. Sul finale l’ingresso degli archi indovina una tinta incalzante e drammatica.
È però il contenuto del testo ad attirare l’attenzione e a generare un vero e proprio caso mediatico: anche in passato l’artista si è esposto politicamente, ma mai in maniera così irruenta.
.
Ora un’ipotesi puramente speculativa
A un certo punto scrivo una canzone
In cui canto che personalmente trovo Jürgen Elsässer antisemita
E poi nella seconda parte della prima strofa
Che tenderei l’arco verso Kubitschek
E non intendo solo in senso retorico
Ma l’attrezzatura sportiva che serve a scagliar frecce.
Dal punto di vista giuridico avrei raggiunto la zona grigia
Ma in tribunale me la scampo facile
Denunciami e stappo lo spumante
È tutto protetto dalla libertà artistica.
Ora un’ipotesi puramente speculativa
Preferisco usare il congiuntivo
Scrivo un testo che, in conflitto con la legge,
Sostiene che Gauland sia un rettiliano
E mettiamo il caso che il testo culmini
In un appello a liberare il mondo dai fascisti
E a ricacciarli ancora una volta nei loro buchi
Anziché sparger loro rose sulla via…
[…]
Forse hai già sentito di Ken Jebsen
Che si lagna sempre a gran voce per la censura
Riteneva di esser menzionato in un pezzo della mia band
E ci ha insultati, e portati in tribunale
Ovviamente aveva torto, e ha dovuto pagare avvocato e spese processuali
Dunque di uno così ridicolo, spero solo mi denunci ancora
Che succederebbe? Posso solo dirvi questo:
Dal punto di vista giuridico avrei raggiunto la zona grigia
Ma in tribunale me la scampo facile
Denunciami e stappo lo spumante
È tutto protetto dalla libertà artistica.
No, non sarei davvero Danger Dan
Se non avessi voglia di un un esperimento
Per sondare i limiti tra concesso e proibito
E voglio anche illustrarvi la mia opinone:
Jürgen Elsässer è un antisemita
Kubitschek è fortunato che non tiro coll’arco
E ai rettiliani credono solo i pazzi
Gauland si comporta più come un nazista.
I fascisti non smettono mai di essere fascisti
Non si discute con loro, c’è la storia a mostrarlo
E non ci si affida nemmeno allo stato e alla polizia
Perché il Verfassungsschutz ha contribuito alla costruzione della NSU
Perché la polizia stessa è da sempre piena zeppa di nazisti
Perché Oury Jalloh l’hanno legato e bruciato loro
E se la violenza non puoi combatterla pacificamente
L’ultimo mezzo che tutti abbiamo è la militanza
.
Per meglio comprenderne il significato, è necessario un piccolo glossario politico sulla scena tedesca.
Jürgen Elsässer è un giornalista che, dopo una vita di militanza nella sinistra più radicale, si è spostato intorno al 2009-2010 verso l’estrema destra, sposandone appieno populismo e teorie del complotto, fino ad appoggiare apertamente il partito neofascista AfD (Alternative für Deutschland), di cui il pur citato Alexander Gauland è stato cofondatore.
Götz Kubitschek è un attivista di estrema destra molto presente su Internet e sostenitore di Der Flügel, l’ala militante di AfD, al momento congelata dal proprio partito onde evitare investigazioni ufficiali. 
Ken Jebsen è il più popolare complottista tedesco, licenziato più volte nel corso della sua carriera per aver diffuso le bufale più improbabili e recentemente bannato da YouTube per la disinformazione sul Coronavirus. Riesce, nonostante tutto, a rialzarsi costantemente, anche grazie a canali televisivi come RT Deutsch (finanziato dal governo russo), e sfrutta anzi la sua immagine di martire dell’informazione per mantenere la fedeltà del proprio pubblico. 
Il Verfassungsschutz è l’Ufficio federale per la protezione della Costituzione, che viene qui accusato di collusione con la Nationalsozialistischer Untergrund (NSU), cellula terroristica neonazista colpevole di almeno dieci omicidi durante gli anni Duemila.
Oury Jalloh era infine un richiedente asilo della Sierra Leone, morto nel 2005 mentre era detenuto dalla polizia di Dessau, a causa di un incendio divampato nella sua cella. Considerando che il ragazzo era legato a un materasso, che aveva subito – come rivelerà l’autopsia – violente percosse e che alcuni dei poliziotti coinvolti deviarono le indagini e resero falsa testimonianza, non è difficile comprendere la conclusione di Pongratz sul caso (benché, forse proprio a causa della disfunzionalità dello Stato tedesco denunciata dal testo, ancora oggi non sia stato individuato alcun colpevole).
 

Veronique the Actress – Elliott Murphy

Veronique l'attrice, non recita nessuna parte
Mi spezza il cuore vederla
Perché lo so, devo andare
E lei dice: "Non te lo permetterò"

E sei cavalli bianchi, sul muro
E un posto, in campagna
E il futuro, niente di niente

L'avrebbe fatto, mai dire.
Veronique dice: "Ho solo vent'anni"
Usciamo e compriamo del gelato.
Troviamo una ragione per farti restare"

Veronique dice: "dovrebbe essere facile".
Lui non lo farà mai, lei lo farà, non lo dirà mai. 
Veronique dice, ha trovato tre cani,
Nella spazzatura
E lei dice: "Ci credi?
Devono essere pazzi, e devono
Non credere proprio a niente"

E le pellicce non la impressioneranno.
E sei cavalli bianchi, sono sul muro
E un posto, in campagna

E il mio futuro, niente di niente

 

Fuochi nella notte di San Giovanni – C.S.I.

Parlano piano al sole le ombre stanche
Di rumorose rabbie e infinite menzogne
Lunghe di sterminati fili in lunga fila
Sorde ai tonfi di corpi che vengono abbattuti
.
Tra poco arrossa il cielo della sera
Sospeso tra azzurri spazi gelidi e lande desolate
Quietami i pensieri e le mani
E in questa veglia pacificami il cuore
.
Così vanno le cose, così devono andare
Così vanno le cose, così devono andare
.
S’alzano sotto cieli spenti i canti
Di chi è nato alla terra ora di
Volontà focose speranze
E da energie costretto e si muove alla danza, danza, danza, danza
Danza, danza, danza
.
Festa stanotte di misere tribù sparse impotenti
Di nuclei solitari che è raro di vedere insieme ancora
E s’alzano i canti e si muove la danza
E s’alzano i canti e si muove la danza, danza, danza, danza, danza
.
Muoiono i preti rinsecchiti e vecchi e muoiono i pastori senza mandrie
Spaventati i guerrieri, persi alla meta i viaggiatori
La saggezza è impazzita, non sa l’intelligenza
La ragione è nel torto, conscia l’ingenuità
.
Ma non tacciono i canti e si muove la danza
Quietami i pensieri e il canto
E in questa veglia pacificami il cuore
Così vanno le cose, così devono andare
Così vanno le cose, così devono andare
.
Chi c’è c’è e chi non c’è non c’è
Chi c’è c’è e chi non c’è non c’è
Chi è stato è stato e chi è stato non è
Chi c’è c’è e chi non c’è non c’è
Chi c’è c’è e chi non c’è non c’è
.
E non tacciono i canti e si muove la danza
E non tacciono i canti e si muove la danza
Danza, danza, danza, danza, danza, danza, danza, danza
(Così vanno le cose, così devono andare)
.

Livorno – Piero Ciampi (1971)

Un pianto che si scioglie,
La statua nella piazza,
La vita che si sceglie,
è il sogno di una pazza.
.
La sera è già calata,
Comincio a camminare
Sperando di incontrare
Qualcuna come te.
Triste triste
.
Troppo triste è questa sera,
Questa sera, lunga sera.
Ho trovato
Una nave che salpava
Ed ho chiesto dove andava.
Nel porto delle illusioni,
Mi disse quel capitano.
Terra terra
Forse cerco una chimera,
Questa sera, eterna sera.