Ripartenza 42

Ciao sono Mirko Gudurovic contrabbandiere sloveno che contrabbanda onestamente fra Umago e Trieste. Oggi per noi è una giornata di superlavoro, tutta la polizia è al porto di Trieste a tafferugliare coi manifestanti che, giustamente, protestano contro mafia, supposte, licenziamenti a valanga e aumento selvaggio dei prezzi. Mi dicono che non è vero: sono incazzati per l’obbligo del green pass? Ahahah che grulli! Ah gli italiani, io li amo! A volte mi chiedo cosa mettano nell’acqua per farli essere così caproni. Oggi perciò ne approfittiamo e invaderemo l’Italia con sigarette, mortadelle cinesi scadute, droghe assortite compreso lo zenzero, jeans che quando te li togli sembri un puffo, pesce fresco rigorosamente made in China, mutande col buco sul dietro, e tutte quelle cosine a buon prezzo che migliorano la vita. Noi si è ripartiti alla grande, e voi?

Vostro Mirko G.

Fabrizio De André con Edgar Lee Masters a proposito dei giudici

Il Giudice Selah Lively
.
Immagina di essere alto un metro e cinquantotto
e di avere iniziato a lavorare come garzone in una drogheria
studiando legge a lume di candela
finchè non sei diventato avvocato.
E poi immagina che, grazie alla tua diligenza
e alla frequentazione regolare della chiesa,
tu sia diventato il legale di Thomas Rhodes,
che collezionava cambiali e ipoteche,
e rappresentava tutte le vedove
davanti alla Corte. E che in tutto questo
ti canzonassero per la tua statura e ridessero dei tuoi vestiti
e dei tuoi stivali lucidi. E poi immagina
di essere diventato Giudice di Contea.
E che Jefferson Howard e Kinsey Keene,
e Harmon Whitney, e tutti i giganti
che ti avevano schernito, fossero obbligati a stare in piedi
davanti al banco e a dire “Vostro Onore” –
Beh, non pensi che sarebbe naturale
che io rendessi loro la vita difficile?

Ripartenza 30

Ieri è accaduta una traggedia, è saltato facciabùbù con i suoi confratelli instamerd e whatthisfor, e tutti abbiamo ripegato su facciacùcù, l’unico sochmel dove ci sono tutte le facce di renzi. Una roba, un’emozione! Sentire renzo affermare di aver vinto alle elezioni del 2 e 3 ottobre perché determinante: sì, certo, determinante a pugnalare alla schiena e a portare sfiga. Se a casa sua lo chiamano Il Bomba possono esserci soltanto due ipotesi, o scorreggia come un caimano in calore, oppure le spara talmente grosse che più grosse non si può. Prendiamone una che ho tratto dal suo sito di e news: Il Pd liberato dall’abbraccio dei Cinque Stelle vince. Altro che Conte o morte. Se il Pd è riformista se la gioca, se il Pd insegue i populisti perde. La crisi di gennaio ha salvato l’Italia ma ha salvato anche il Pd. Infatti a Napoli, Ravenna e Bologna (sostenuti dal Pd – Five stars e varie liste civiche) i candidati sindaco hanno vinto al primo turno con percentuali bulgare. E meglio non riparlare della sonda Schiaparelli, valà …

Ripartenza 26

 
 
Negli Statuti della città di Ravenna del XV secolo, una disposizione proibiva a chiunque di girare per le piazze e le contrade «accompagnato dal proprio porco», a meno che non fosse dimostrato che il maiale veniva condottto al pascolo fuori città, o dal pascolo ritornava.
Mi pare una terribile limitazione delle libertà individuali. Erano davvero tempi bui, insomma.  
Per fortuna la proibizione era vigente solo dal 15 giugno al 15 ottobre, quando si poteva ovviare portando il maiale al mare. E voi no vax vi lamentate della dittatura sanitaria? Vi rendete conto di cosa capitava a chi girava per Ravenna un 4 novembre qualunque? Questi non sono tempi bui, sono tempi di merda, puoi girare in centro a Ravenna con Dell’Utri, ma non certo con Mimmo Lucano che è un galantuomo, magari attraversando Via Raul Gardini (sì, proprio quello di Enimont cui hanno intitolato una strada…)

Ripartenza 25

Noi italiani siamo stati un gran popolo, ora siamo un gran popolo di divoratori di merda. Non mi spiegherei altrimenti l’occupazione militare degli spazi televisivi da parte dei vari Borghese, Cracco, Canavacciuolo. Merda in ogni dove e noi la mangiamo con gusto, come scrisse il Guicciardini: O Franza o Spagna, purché se magna! E se magna prevalentemente merda, aggiungerei io. Merci di merda dall’estremo oriente per spendere meno e risparmiare su salari di merda per arrivare a fine mese, programmi tv e film di merda sul versante cul turale, informazione di merda visto lo stato di inedia del giornalista italiano medio. In questi giorni mi è crollato un mito! Io ho sempre pensato che le cazzate sparate da servino alias il capitone fossero tutta farina del suo culo, invece no. Aveva all’uopo uno spin doctor, un filosofo informatico, tale Luca Morisi che, si mormora, abbia un debole per la polvere d’angelo e i bei culetti ventenni dei modelli rumeni. Mah, vado a preparare er sugo, stasera saltinculo alla boassa, voglio star leggero per ripartire meglio.

Ripartenza 23

Mi scrive Aureliano Stronzoni detto Cochi da Beccate sull’Adda.

Caro Almerighi, ma sarà questo il modo di ripartire? Sono indignato, passi per la sentenza sul processo trattativa, passi per l’aumento scandaloso dei prezzi al dettaglio di cui nessuno parla, quelli minacciati sulle bollette, passi per i licenziamenti a bomba d’acqua, passi per il capitone che cercava drogati e spacciatori ai citofoni quando ne aveva già uno in casa, ma io quella della statua alla Spigolatrice di Sapri con quel gran bel culo, non la mando proprio giù. La cultura e la storia patria non si possono dileggiare in questo modo! Insomma non c’è proporzione, non c’è rappresentazione della realtà e della memoria storica, possibile che una con un culo così, abbia poi così poca tetta? Ma nessuno ricorda più Sabrina Salerno? Eccheccazzo! Ti prego, trasformati in megafono della mia più profonda indignazione. Eran trecento/eran giovani e forti/e me li son fatti tutti. Un caro saluto dal tuo Aureliano.

Ripartenza 21

Mi pento di avere pensato che questo paese ha la sfiga col rinculo, mi pento! Che ripartenza formidabile: la gente, stanca del sopruso e dell’ingiustizia dopo l’ennesima goccia che ha fatto traboccare il vaso, è scesa finalmente in piazza anche qui in Italia. Era ora, cazzo! Scendere in piazza e protestare incuranti della polizia e dei lacrimogeni, scontri a Roma e Milano, bloccato il centro di Trieste. Presto anche i camionisti si uniranno alla giusta lamentela facendo girare i loro Tir in autostrada a passo di lumaca con velocità di punta di 30 KMh. Finalmente il paese si è svegliato! Basta! Facciamola finita con la malagiustizia, la malasanità, il malgoverno, il fisco transilvano, il fascismo dilagante! Diamo maggior respiro a un’Italia al palo da almeno quarant’anni! Porca miseria quando ci vuole ci vuole!

A Monnè smettila di tirarmi la maglietta mentre scrivo un articolo così importante, che infiammerà i cuori. Adrianone finiscila di miagolare e sederti sulla tastiera, che debbo scrivere, infiammare ancor più i cuori, ragazzi la marea sta finalmente cambiando, e …

Ah, non era una protesta contro la sentenza sulla trattativa stato mafia, che ha mandato quasi tutti assolti? Ah, era contro il green pass… (segue una nutrita serie di imprecazioni e bestemmie, alcune nuove di zecca)

Zone Bianche 48

In Italia non esiste più una situazione politica. Siamo sudditi di Grisù e del suo governo greatest hits, ci sono proprio tutti, solo un partito fa finta di non esserci, sono i neofasci di fratelli d’Italia. Già fa ribrezzo la ragione sociale, purtroppo la povera Italia quando viene cooptata dentro un partito, diventa forza Italia, oppure Italia viva, insomma peggio del fetore che emanano i vespasiani baciati dal sole di Ferragosto. Ma le donne che militano nei fratelli d’italia come vengono definite, milf? fratelle d’Italia? Interrogativi che non fanno dormire. A capo di questa formazione, data prima nei sondaggi, c’è la neo fascia giorgia “sono una madre, sono cristiana” meloni, cessa congenita, e si vergogna talmente delle due carpise che si ritrova sotto gli occhi da mettersi sui manifesti con un bel visino visino fotoscioppato e intonacato. Oltre a fare finta opposizione al Monarca e al Generalissimo, ogni tanto diffonde notizie false e tira uno stipendio mensile (indennità e diarie) di circa 15.000 euro al mese. Bella la vita eh giorgì?