ce la siamo fatta 85

Intervista a un parlamentare di un partito (già molto arrivato) a proposito degli esiti del referendum.
– Allora, hanno vinto i sì.
– Eccerto, questo si traduce in un bel risparmio.
– Parlano di 8 centesimi a testa…
– Preferiva un calcio sulle gengive?
– Certo che no, dunque cosa farete adesso?
– La Grande Riforma, già i nostri Navigator stanno scoprendo nuovi continents senza scie chimiche dove realizzeremo la società perfetta e…
– Scusi, ma il vostro mentore e fondatore un tempo diceva che i parlamentari erano nostri dipendenti, licenziarne più di 300 non è indice di cattiva salute in un’azienda?
– Ma che dice? Noi siamo quasi treciento che è la metà di seicento, e …
– Ma scusi, non ci saranno prima nuove elezioni?
– Ops…

ce la siamo fatta 84

La situa vairus (per gli intimi Camillo il Bacillo) non è che sia lusinghiera, il vairus c’è e non c’é, ma c’é. Bisogna stare attenti, son cazzi altrimenti: vedasi quel che sta succedendo in Britannia, Francia e Spagna. Appurato che non esiste l’immunità di gregge, tanto cara a Boris, dobbiamo affrontate con rispetto e consapevolezza la situa. Oggi la Carolina ha iniziato un nuovo lavoro, sarebbe bello se il vairus non facesse chiudere per sempre anche questo negozio. Poi ci si mettono pure i calciatori, tra Suarez che pur avendo masticato l’italiano (leggasi Chiellini) già da anni non ha superato la prova d’ammissione a Perugia, e il povero Ibbra che è positivo al vairus. Un macello. Non bastasse tutto questo ci si mettono anche le scadenze fiscali. Gli unici in regola sono Monnezza e Orbettino, il primo perché fantasma, il secondo perché non guadagna. Io e Agone siamo invece impelagati. Agone ha ancora problemi con Lara (oramai chiama così l’aragosta con cui ieri ha tentato di fare toeletta) e si trova a Vladivostok prigioniero dei russi. Io, dopo essere stato un tot di volte all’Agenzia delle Entrate, ne sono uscito cacciato in malo modo. Poteva andare peggio, magari pioveva pure.

ce la siamo fatta 83

Cari moderati e care moderate buon pomeriggio! Il soggiorno in Nord Corea è stato brevissimo, siamo già in viaggio per l’Italia con tanto di foglio di via. Espulsi per attività anti governativa.
Già Agone si era lasciato sfuggire una battuta del tipo:
– Oh ma qui quando si mangia? –
La frase è stata subito intercettata dai servizi segreti nordcoreani e tradotta malamente in qui è tutto un magna magna. Poi ci si è messo anche Er Monnezza quando ha detto:
– Ahò ma qui ‘ssò tutti comunisti! – (tradotta con uno sgraziato i comunisti mangiano i bambini)
Per fortuna avevamo lasciato l’Orbettino a presidiare la moschea, ci fosse stato anche lui saremmo stati fucilati per direttissima con un cannone anti aereo.
Insomma ci hanno imbarcati sul primo volo per Wuhann, con scalo a Francoforte e arrivo a Roma non si sa quando.
Mentre stavamo trasvolando il mercato del pesce, Agone ha pensato bene di fare uno scalo tecnico in bagno. Dopo circa tre quarti d’ora abbiamo pensato bene di chiedere alla hostess di andare a verificare com’era la situazione dentro il bagno. Quando l’hostess ha aperto la porta si è lasciata andare a un urlo raccapricciante: il nostro aveva finito la carta igienica e stava cercando di fare toeletta utilizzando un’aragosta sgraffignata non si dove né come. Il mondo non è ancora pronto per Agone.

ce la siamo fatta 79

Niente dev’essere più lungo dei tempi di una pisciata media, per far fronte a questa esigenza il seguente post sarà breve e conciso. Non vogliamo che il vairus faccia irruzione nei bagni ignorando la scritta OCCUPATO.
Mentre guardavamo “Pioggia dorata, la vera storia di Eva Orlowski” cui sarebbero seguiti dibattito e cineforum, Monnezza si è lasciato andare a un:
– Er troppo romp’er cazzo! –
– Io però la pizza non la pago! – gli ha fatto eco Agone.
– Sssshhhhhhhhhh! – ha aggiunto l’Orbettino.

ce la siamo fatta 64

Antonio Conte (alias Andonio Gonde) è il parruccato più famoso d’Italia dopo Pippo Baudo. Ha allenato la jumerdus vincendo tre scudetti malfamati e, dopo essersene andato dai gobbi, la Nazionale Italiana di Calcio e poi in Inghilterra tra alterne fortune. Gonde è un ragazzo irrequieto, probabilmente per il fatto che ha le mestruazioni due volte la settimana, ed è come i bambini, se non viene aggondentato in tutto e per tutto, scalcia e sparla peggio delle allegre commari di Windsor. Il suo eterno cruccio è un calciatore cileno anzianotto con l’aria a mezza via tra un post punk e uno spacciatore colombiano, attualmente in forza al Barcellona e grandissimo sfasciacarrozze, tale Vidal. La Volpe del Salento, così amiamo definirlo in questi tempi di vairus, non avendo avuto il suo Pino Silvestre Vidal, se l’é legata al dito e poi al toupet. Ora è attesissimo l’incontro che avrà con la dirigenza nerazzurra interista, ma i cinesi ne sanno una più del diavolo, già gli stanno preparando un bel té.

ce la siamo fatta 53

E mentre ve ne state in spiaggia a ballare il reggaeton, Trump ha visto la luce! L’inutile mascherina è diventata patriottica (e qui copia dal suo amico russo). Il vairus in America sta scomparendo, no è Trump che è cecato perché ha visto troppa luce.
In mancanza di Cobra, Agone e Monnezza, ieri sera hanno fatto i furbetti del “tanto non è la notte di San Lorenzo” e si sono messi a ballare il reggaeton fuori dalla moschea con alcune fanciulle pakistane in burqa, quando un cometa cadente li ha centrati in pieno. Sono ancora doloranti al Pronto Soccorso, dunque inservibili per l’articolo di oggi. Rimane la first lady Melania Trump, con la quale ho intavolato un discorso serio riguardo il suo futuro ex marito.
Dice di trovarsi benissimo con noi e di non volerne sapere di rientrare negli Stati Uniti.
– Ma che ci fa una material girl come te in una moschea a fare il finto ostaggio? –
– Io qua sto benissimo! –
– Ma non ti manca il tuo Donaldo? –
– No per niente, e poi in America il vairus non è sparito, è il mio futuro ex marito che è un coglione. –
– Quindi che facciamo? E’ facile che dopo novembre Donaldo non sia più presidente. –
– Andrò da Conte a vedere se mi vuole. –
– Ma Conte è già impegnato! –
– Allora donerò il mio futuro ex marito alla scienza. –
Quest’ultima risposta mi è parsa azzeccata e non ho replicato.

neanche i gatti lo sanno

cosa sia, dove termini
tutto il sangue perduto
in mille rivoli rossi,
quale sia il viaggio
e quante asperità lungo il cammino,
le bottiglie di lacrime
distese ad asciugare,
quante siano le dita impiegate
a contare il tempo
da intaccare i muri

una linea sghemba
ogni sette aste a coprirle

quale mistero avvolga
lo sporco orgoglio speso
per immagini
da camminatori senza meta,
e perché debbano essere
conseguenza di amori non cercati
non voluti, se non
dalla casualità del tempo,
a loro volta pronti come insetti
a impollinare altri amori
senza pensiero, tristi
e stretti dentro una voluttà
senza domani

neanche i gatti lo sanno

Ascolta & Leggi: Esistono i poeti? (feat. Steps Ahead)

Forse esistono, ma ne conosco pochissimi. Vanno distinti dai mestieranti, dai facitori di opinioni un tanto al chilo. In genere i poeti sono più morti che vivi. L’Italia poi è il paese più strano che ci sia sotto questo punto di vista. C’è un sottobosco fittissimo, che ogni tanto prende fuoco e servono tutti i Canadair disponibili anche solo per circoscrivere le fiamme. Troppi cespugli invadono i sentieri, ed è tutto un gran casino. Quindi cosa fanno? Si mettono assieme, più sono mediocri e più lo fanno. Hanno un gran bisogno di affetto e rassicurazione, soprattutto che si parli di loro. Perché i poeti italiani di oggi sono questo, se non li noti non esistono. Dunque, se uno se ne sta nell’ombra, può essere anche il nuovo Dante Alighieri ma non esiste e non ce la può fare.
Eppure la solitudine scelta è la condizione migliore per poter riflettere e soprattutto creare, non creare per chi, ma semplicemente per delineare quel parto che porterà a un nuovo gesto creativo. Sono, siamo, del tutto incoerenti come persone, a volte anche esseri abbietti. Il poeta non è bello, ma è gobbo ed erudito, se la cava sempre, specie se sa crearsi un seguito.
Perché poi ne ho scritto di nuovo?
Voglio forse mettermi a fare l’opinionista anch’io?