Mai na gioia 82

La classica giornata in cui si vorrebbe resettare l’intera galassia con un vaffanculo collettivo e ben assestato. Sto spulciando gli annunci di ricerca di lavoro presso ghiacciaie e ghiacciai, ma quando dico che ho 63 anni e vorrei lavorare per stare al fresco, mi congedano subito con un definitivo e perentorio le faremo sapere. Avete sentito dell’aumento esponenziale dei contagi da vairus? Grisù pensava che con un suo decretissimo da sborone avrebbe liquidato la pandemia, ma i deliri di onnipotenza hanno vita breve. Credeva di averla liquidata con un semplice ci ho ‘a guera da fà, regazzì famme lavorà. È stata questa la morte sua, con annessa figura di merda per avere abbandonato il vertice Nato con un giorno d’anticipo ufficialmente per un consiglio dei ministri sulle bollette. Invece a Roma lo attendono servino e ducaconte incazzati come pantere, e anche il Matta agita nervoso il suo ventaglio. Ah ah ah mi vien da ridere!

14 pensieri su “Mai na gioia 82

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.