Lunga vita a Paolo Conte

Lunga vita a Paolo Conte che oggi compie ottantaquattro anni. La sua voce “gommosa”, gli arrangiamenti inizialmente spartani, poi sempre più orchestrati, partito come compositore per altri (Azzurro per Celentano, Messico e nuvole per Jannacci, Insieme a te non ci sto più per la Caselli), col tempo fu convinto a mettersi “in proprio” a partire dagli anni settanta. I risultati artistici sono sotto gli occhi, e gli ascolti soprattutto, di molti. Popolarissimo in Francia, negli anni ottanta il suo successo rimbalzò anche in Italia. Il suo concerto al Pala De André di Ravenna nei primi anni Novanta, è stato probabilmente l’evento live migliore cui abbia mai assistito. Ultimamente preferisce la musica alle parole. La speranza è sempre la solita, quella che sappia regalarci altri pezzi indimenticabili. Lunga vita dunque, Nel tempo fatto di attimi e settimane enigmistiche!