Libri amArgine 10: Alexandra Bastari “DI VITA MATRICOLA” (free e book)

Scrivere, in me, nasce dal bisogno di fare memoria: prendere un attimo, viverlo, scavarlo fino in fondo, lasciarne traccia. Fare poesia è un’operazione di riordino di un cosmo di sensazioni ed idee disarmoniche, un modo per far dialogare in un’unica direzione le diverse parti di un intero. (Alexandra Bastari)

Introduco qui una ragazza, un’autrice, di diciannove anni e in formazione. La sua poesia nasce dall’esigenza di scindersi e ritrovarsi intera sul foglio. Gli esiti, a parer mio sono brillanti e non definitivi per gli ampi margini di crescita possibili. Fortunatamente la scrittura di Alexandra non è per niente assimilabile a quella delle decine di poetini esangui suoi coetanei, tutti confinati nelle proprie stanze e pieni di presunzione. Questa è scrittura fresca, capace di crescere, figlia di carne, sangue, luoghi, rottami e sentimento. (Flavio Almerighi)

Dall’idea iniziale, alla realizzazione dell’e book sono passati circa sei mesi: eccolo qua sotto, da scaricare gratis e tutto da leggere:

Libri amArgine 10 Alexandra Bastari

Zoe senza storia (poemetto sintetico scaricabile in omaggio)

Zoe, sorella di mio padre, se ne andò con un soldato dell’armata polacca all’indomani della Liberazione. Lasciò dunque la Romagna per la Polonia; tornò una volta sola e per poco tempo, ripartì e non se ne ebbero più notizie. Questo accadde parecchi anni prima della mia nascita. Mio cugino Steve, suo figlio, l’ha cercata inutilmente per tutta la vita. Zoe ebbe due figli in Polonia, poi andò in DDR dove ne ebbe altre due. A oggi nessuno sa nulla di Zoe, nemmeno se sia ancora viva o dove sia sepolta. Qualche mese fa, una coincidenza ha voluto che su un social conoscessi virtualmente Zbigniew: uno dei figli di Zoe nato in Polonia. Alcune sere fa, Zbigniew mi ha mandato queste foto. Prima non avevo mai visto Zoe, se non in una foto molto confusa; sull’onda di quella forte emozione è nato il poemetto sintetico “Zoe senza storia”, che potete scaricare gratuitamente qui sotto. Grazie.

Zoe senza storia – Libri amArgine

Libri amArgine: A mia Immagine di Elettra Verganti (e-book scaricabile gratis) – RIPROPOSTA

Questo Libro amArgine, a parer mio, merita nuove riletture e downloads.

In realtà non mi interessa chi ci sia dietro il nom de plume Elettra Verganti. Importante è la poesia che scaturisce da quella penna: se tutti i cacciatori di visibilità fossero così, non avremmo la miriade di lacchè pronti a trovarne a tutti i costi (e costi quel che costi). L’altra condizione è che la poesia piaccia a me, mi piace molto. Verganti scrive da pochi mesi per sua spontanea ammissione, ne esce però una scrittura a dir poco pregevole e matura. Pronta a dire molto di più. Buona lettura.

L’e book si può scaricare qui sotto:
Libri amArgine 7 Elettra Verganti

Libri amArgine: Per certi versi di Anna Leone. (e book non più disponibile)

Questa breve nota per dire cosa? Semplicissimo, la Poesia c’è o non c’è: senza mezze misure o mezzi termini. Ritengo che in queste pagine ve ne sia tanta. Per tale motivo nessun altro, ho pensato e poi insistito con l’autrice affinché la sua Poesia meritasse un riordino e una raccolta. Poesia che emerge spettacolare come gli sbuffi d’acqua in precipizio della cascata di Peričnik, Slovenia. Là, l’acqua spunta imprevedibile dalle rocce, non si sa quali vene sotterranee si sia scavata per arrivare in tutta la sua potente fascinazione. Il lirismo, l’emozione quasi spartana, giungono puntuali ai sensi di chi la legge. Prendere o lasciare, è così: sia ricordo, reazione ambientale, riordino della propria femminilità. L’obiettivo dell’autrice è stato anzitutto quello di soddisfare l’urgenza in chi scrive, e ha creato, coniugandola con quel “qualcosa”, stessa soddisfazione nella condivisione, che resta nei lettori. Non intendo dilungarmi in questioni di stile o di metrica, se cosa sia o cosa non sia, stiamo per leggere poesia che ci coinvolgerà; e simile alchimia non è mai scontata. Soprattutto è un’interazione rara. Anna Leone emerge dal web con precisi connotati e una sua riscontrabile originalità, che rende la sua voce degna di attenzione e approfondimento.

L’e book non è più disponibile. Grazie comunque a Massimo Sannelli e a Silvia Marcantoni Taddei, che tanto hanno messo di loro.

Buona lettura.

Libri amArgine: Nero Femmina di Salvatore Leone (e-book scaricabile gratis)

C’è un soffrire lento, paziente, a volte insofferente (mi si perdoni l’ossimoro, ma è così) che rende questa poesia davvero interessante. Non è facile per nessuno portare sulle spalle la propria umanità, pesante e fiera come Anchise sulle spalle di Enea. Stabilire i paletti della propria identità, anche sessuale, come se il tempo fosse ancora fermo agli anni di Dario Bellezza. Salvatore riesce nell’esplicitarla tutta, umanità e fatica, condividerla con il lettore, attraverso una scrittura densa, mai autocompiaciuta. Aria buona, scostante, lunatica, difficile da chiudere in mano. Insomma questo ragazzo è davvero una bella penna.
(Flavio Almerighi)

l’ebook è scaricabile gratuitamente qui:
Libri amArgine 8 Salvatore Leone

UN RINGRAZIAMENTO SENTITISSIMO A MASSIMO SANNELLI
PER LO SPLENDIDO PROGETTO GRAFICO DEL LIBRO.

https://www.massimosannelli.net/

Salvatore Leone è nato in Sicilia nel 1971. Dal 2012 raccoglie i suoi testi inediti nel blog Il vizio dell’aria. Poesie a ritroso. Qui:

https://ssalvatoreleone.wordpress.com/

Penso al poeta che riluce in platee completamente vuote, braccia aperte davanti al Nulla, quasi ad accoglierlo come l’amante, e allo sguardo obliquo della bestia, non dell’angelo o della pioggia, ma della bestia, sai quel fremito nel rimanere nudi e incompresi. Penso ancora all’uomo avido che immagina il Nulla come fosse una cosa, ma in quanto nulla non può esistere, se non simulato, artefatto. Penso all’uomo avido che ha fallito per ben due volte, nel suo essere prima, nel suo non-essere dopo.
(Salvatore Leone)

Di Maggio

Che pena avevo
del ciliegio baciato nel tronco
fatto avvenuto di notte
a gelsi straziati coi piedi,
che pena mortificato di aria
e braccia fiorite e la finta del volo,
c’erano l’uomo e il fuoco
annusando precipizi di lava,
che pena avevo di Maggio
dei genocidi profumati
alle tempie, ossa spezzate
di mandorlo e pesco.
Qui è festa di morti ad ognuno
nella terra umida che diverte.

******************************

Libri amArgine: A mia Immagine di Elettra Verganti (e-book scaricabile gratis)

In realtà non mi interessa chi ci sia dietro il nom de plume Elettra Verganti. Importante è la poesia che scaturisce da quella penna: se tutti i cacciatori di visibilità fossero così, non avremmo la miriade di lacchè pronti a trovarne a tutti i costi (e costi quel che costi). L’altra condizione è che la poesia piaccia a me, mi piace molto. Verganti scrive da pochi mesi per sua spontanea ammissione, ne esce però una scrittura a dir poco pregevole e matura. Pronta a dire molto di più. Buona lettura.
—————————————————————————————————————-
Inutile scrivere versi belli e pubblicarli male (e pagando).
Inutile pubblicare e-books che non si potrebbero stampare in tipografia, volendo.
Qui un professionista – un insider di un certo sistema – ha regalato due decine di ore di lavoro, e d’ora in poi si impegna a farlo per ogni libro amArgine.
Perché? Non gli conviene, dal punto di vista pratico. Ma se un professionista regala, è segno che il suo calcolo si orienta più al futuro che al presente, e che il suo atto è o religioso o politico. Bene: qui è politico. Potete crederci. Per lui è anche un atto religioso, è chiaro: ma la sua fede riguarda solo lui, il professionista della Lotta di Classico.
Possiamo avere la perfezione, e anche gratis. La perfezione è rivoluzionaria: “Miei canti, su, diciamo perfezione – / Diventeremo un certo dispiacere”, come Pound scrive e il politico-religioso ha tradotto (in endecasillabi). Imporre lo stile è l’unico atto di ostilità che un poeta possa fare, in quanto poeta.
Non vogliamo essere né Fantozzi né Carmelo Bene. Sono due estremi simpatici, diversamente autodistruttivi, ma non servono più.
Il nostro decoro deve essere versatile, poliglotta, multimediale, impegnato e furioso.
Il nostro decoro è una contestazione. I libri del nostro decoro devono essere più inauditi che Einaudi. Saranno gratuiti, e ovviamente saranno belli da vedere.
Allora l’eccesso che ci attende è un eccesso estetico: rivoluzionario senza autodistruzione, per forza. E con questo notevole stimolo, la Collana Libri amArgine riprende con rinnovato slancio e vigore. Un grazie è dovuto sia a Elettra Verganti per la sua poesia, sia a Massimo Sannelli per la sua disponibilità.

L’ e book è scaricabile gratis qui:

Libri amArgine 7 Elettra Verganti

VERTIGO

I greci ragazzi di Acitrezza
– lì dove a picco stagliano
ledendo la piana marina
ciclopici massi bruni –
con breve rincorsa
e calcolo di vuoto
lanciano a gara
la bellezza
ai fondali

Uno schiocco di frusta
nel riverbero increspato
Breve la corona di spuma
che segna il volo ben fatto

Riaffiorano d’orgoglio
lucidi bronzei nel sole
– invisibili lauri al capo –
ritentando l’impresa

Più ardua la sfida
della tua vertigine
la sera che nell’età
inaspettata e sazia
colma di giorni
a mani preganti
alte sul capo
hai ferito l’onda

dell’anima mia

*

AMOUR À LA CARTE

Ricordava il ragazzo solerte
le eccezioni del nostro ordinare
il vino d’abitudine
e i gusti divergenti
all’opzione dibattuta del dessert

I Signori desiderano.
Era caldo a volte
ventagliavo col menu
Nella lama il trucco a posto
La condensa sul bicchiere

I Signori desideravano.
Nella gelateria dal nome in rima
la mia voce alta scontrosa
coperta dalla musica da sala
Ne ricordo il verso
crescente che ci rese
labiali come nei segreti

Un grano di limone
t’è rimasto sul mento
Le monete alla giovane
con la giubba a righe

Esce prima la donna
dalla porta roteante
Vezzo infantile di
fare un altro giro

Chissà se han preso
il nostro tavolo
Signori che desiderano

***********************

Libri amArgine: Le Prime di Carolina Almerighi (e-book scaricabile gratis)

Mi stupì quando le lessi, mi stupì ancor più quando le lesse in pubblico a fine ottobre. Non finirà mai di stupirmi.

Tornano i Libri amArgine, dopo un po’ di tempo, l’e book è scaricabile gratuitamente qui:

Libri amArgine 6 Carolina Almerighi

Continuo a pensare

Continuo a pensare.
Flusso di pensieri,
Emozioni trasudano
attimi bianchi.
Questo fumo denso si disperde
come ricordi passati che conservo dentro.
Mi muovo, in silenzio,
passo svelto, spalle dritte.
Tortuoso il sentiero che porta a casa, lego i capelli, preparo la borsa.
Esco.