storcere il naso

L’evidente fiuto melodico
mi porta a storcere il naso
di fronte alla biografia
inesatta e malandata
di cui sono arrivo e partenze

da sempre la ricordo così,
un poco acida spesso inventata
molto accidentata, occidentale
accidenti a voi
alle tessiture improvvisate,

sono un uomo,
meglio morto
che mezza tacca
pronta a scambiare notorietà
spacciando buone recensioni

mi riallineo al cuore
così spesso maltrattato,
all’anello che decoro
pensandomene unito
solo per le parti molli.