Il fronte interno

Potrai andare al video tra 3 – 2 – 1.
La strada è dentro, marciano i tamburi
la cadenza del passo
tra rovine vetrine tenute insieme
da polizze cristalli,
nessuna ragione per odiare
più di quante già ne abbiano.
Giovani senza futuro,
case di riposo affari loro
per anziani senza memoria.
I senatori ladri si salvano la vita,
soldati senza uniforme
indossano mimetiche, nemmeno le madri
li riconosceranno.
Il museo di Buchenwald fa orario continuato,
vuoi provare l’emozione? Farai la doccetta?
Il fronte interno barcolla
dentature affamate di modelle pronte
ad altra fame per placare la propria.
Sarà una bellissima vacanza.
Portami verso l’estate
ci diremo tutto
il semenzaio sputerà vite nuove,
il vento le porterà, il caso è prezioso.
Le imposte e il danaro mantengono
ottima la piega ai pantaloni.
Troppe domande, il romanticismo non è
una scienza esatta.
E’ finita non fai più parte della mia vita.
Posa la mano troverai che sono un uomo.

Annunci