Parti diseguali

Velo nero da sposa
a coprire l’immonda carestia del nulla
dove soltanto alcuni insetti
copulano con voluttà infinita
da frati neri che si attestano ai margini
di una inconsistente Linea Gotica
tracciata a squadra e compasso
in parti diseguali
senza un solo filo d’acqua.

*

Tempi solenni

Photo by Alexander Tiupa
Senti che silenzio, buono per sognare
come le vacanze a venire, il secolo
non dimentica e nemmeno tace, voci in coro
verso l’avvenire senza storia, cielo chiaro
quando è luglio e tutti vorrebbero partire,
allontanarsi, altrove è qui adesso:
questo è il bersaglio da dividere tra tutti
in parti uguali. Allontanata la vaia,
restò una scacchiera di caduti e sopravvissuti;
e in sogno acque limpide e nere.
.
Siamo stati alberi anche noi, non dimenticate.

*

Mai na gioia 252

Battere il ferro finché è caldo, non nel senso della battona, giorgina merdoni e la sua gang i cuggini gargiulo sono dati nelle intenzioni di voto degli hittiti al 2686%, perciò è giunta l’ora del presidenzialismo. Non vedevamo l’ora! C’è una raffica micidiale di rincari nei prezzi dei carburanti, nei biglietti e agli abbonamenti dei mezzi di trasporto pubblici? La banda merdoni al problema oppone una risposta immediata, ficcante e autorevole: il presidenzialismo! Voi forse non lo avete capito, ma questa gang è micidiale né più e né meno di trump, lo hanno scritto a chiare lettere nei loro programmi elettorali: presidenzialismo al primo posto, ancor prima deglitagliani !!! e voi li avete stupidamente votati. Approssimativi e pieni di dissidi interni li ha apostrofati il piddì, ma stava descrivendo il proprio ombelico. Oh, mi suonano al campanello, dev’essere la Digos…

Ommariavergine 230

Avete notato che ultimamente la nostra piattaforma wordpress ci da pure l’impulso giornaliero: ehhh se non ci fosse bisognerebbe inventarlo! Le domande sono ficcanti e astringenti. Chi invidi? Qual è il luogo più bello che hai visitato? Sei juventino? In caso di necessità preferiresti beccarlo in culo o altrove? Insomma tutte robe stimolanti che ci aiuteranno a evolvere da essere decerebrati a esseri luminosi. Già il prossimo Venticinque Marzo ho deciso di travestirmi da arcangelo e andare a fare l’annunciazione a tutte le donne che incrocerò per strada, comprese le nonnine in menopausa, poi in caso di coccolone dirò, ah io non c’entro è stato l’impulso giornaliero di wordpress. Mò me lo segno!

Lo sciacallo in me

Figlio dell’Uomo, Dio
dei perimetri e dei guinzagli
tagliami la strada!
Io sono un cane e basta
lontano, reietto dagli dei,
non so dov’è casa
o se mi trovo bene dove sono
.
scodinzolo quanto basta
se necessario,
il mio guaito è pietoso, sa
come muovere il cuore in ognuno,
i miei occhi sono sempre pronti
per essere letti.
.
Trovo rifugio verso sera
e una mano santa che intuisce
lo sciacallo in me.

*

Il corpo mi abita

Poesia è il nero della notte
reso incerto dal lampeggiare delle lucciole.
(Carmine Mangone)
.
Il corpo mi abita,
ogni singola fibra appendice
sovraintende e accudisce,
stringendo amicizie equivoche
con libri a perdita d’occhio
o supporti fonografici.
.
Lo scritto dovrebbe ritrarre
il più privato dei vizi.
.
Spesso, per apprezzare meglio
il proprio calore,
durante la stagione bianca
si reca in luoghi umidi e silenziosi
fortunato di sentirsi caldo.
.
Non c’è corpo disposto a barattare
le proprie sicurezze
con avversità che non gli appartengono,
preferisce le lusinghe
qualche vaghissima carezza
perché è dagli animali che discende
.
dunque è bene
riconoscerlo per tatto e olfatto.

*

Tra sole e luna

Star fuori, commedia dell’arte
senza straccio di canovaccio
.
non c’è albero o acciottolato
sconosciuto, le facce brillano
inconsapevoli e incapaci
a riconoscersi, spesso
pensano di possedere un doppio
che, a loro insaputa,
ama il sole e l’aria tra i capelli
.
non si conoscono
ma si frequentano
nella lunghissima alternanza
tra sole e luna,
cielo riconoscibile e no.
.
Si ritrovano nell’eternità
che è qualsiasi cosa più lunga
del respiro di una vita media,
e gli episodi sono specchi:
riflettono soltanto dopo.

*

Via Corriera

Il torso fuori asse cade sui piedi,
col contraccolpo il cuore balza in gola
per acclimatare ansie, ed è certo
che di mamma ce n’è una sola.
.
Non era torso il torsolo di mela,
lauta merenda:
allora inutile disputarsi umori
che non sono frutti d’amore
da consumare in fretta
se temperatura e umanità
sono a norma.

*

Via Faentina

Foschia fugge dai fossi,
fronti nuvolosi da sinistra a destra
altri pigiano sul cuore.
.
Tutto è così nel variegato antrace
dell’universo, lume e il suo contrario;
la bambina è addormentata
sulle sfumature del finestrino.
.
Un trio da camera esegue partiture
d’innocenza mai perduta,
su tutto sorrisi ebeti
precedono la chiusa del pianto.

*