Prova: tre inediti e un suono di Frankie Fancello.

Musica e parole di Frankie Fancello. Visitate il suo blog

esercizi arbitrari

In questo articolo provo ad aggiungere ai testi una musica che possa accompagnare la lettura. I tre testi qui presenti sono degli inediti e la musica l’ho composta io stesso.
É una prova per vedere se questa formula mi convince, così da riproporla, migliorandola, altre volte (anche nella speranza di trovare un player audio, almeno esteticamente, migliore).
Quindi, alla fine della fiera, premete play e lasciatevi accompagnare durante la lettura.

Leggere la crudeltà
immaginando il mare al di là della strada.
Percorriamo un sentiero in metastasi.
Palazzi ricurvi ci riparano,
sono il limite della nostra esperienza.
Sopra, un fulgore di neon, un odore agreste.

Siamo tradotti ma da cosa?
Ci conosciamo solo affamati.

Un vento giovane ci punta con fraseggi ostili.
Disobbedisce all’armonia naturale
per contrastare le nostre pulsioni – poi la sera,
custoditi da un tono laconico,
restituiamo le armi alla terra,
veniamo a patti coi nostri maestri.

*

View original post 112 altre parole