Ripartenza 62

Tra poco si ripartirà con l’elezione del nuovo Presidente della Repubblica, già impazza il toto nomi a partire dal belloscone sostenuto da destre, destracce e criminalità organizzata. Sarebbe uno sfregio ancor più grande alla suprema carica dello stato, speriamo di no. Qualcuno propone grisù, sia come capo dello stato che come premier, avremmo così anche in Italia il nostro fuhrer, roba che nemmeno nel ventennio, costui è sostenuto dalla finanza, dai riciclati e da chi gli conviene, nonononono non se ne parla proprio. Avanzano anche le candidature della cartabia, donna di cl e madrina di una riforma della giustizia che… beh lassamo perde, costei è sostenuta da chi sostiene anche grisù, sarà una bella lotta in famiglia. Avanza il nome pure di pierferdy, sì proprio lui Casini! Il marlonbrando della politica italiana: un uomo per tutte le stagioni, costui è sostenuto da… nessuno. Poi ci sarebbe Liliana Segre, donna degnissima, vittima dei lager, testimone importante, paladina della democrazia: ma ha 91 anni orcozzio!

Il mio candidato invece è uno che alza tutte le mattine alle 4 e mezzo, con la pioggia e col sereno, a tutte le stagioni, non ha vizi, non è corrotto, lavora come un matto per due soldi, sa cos’è la fatica e stringere i denti, è un grande democratico, soprattutto ha cuore. Agone for President! Lui sì che metterebbe le cose a posto! Oh Candidato Mio Candidato!!!!

Ripartenza 61

In Germania alle prese con la quarta ondata dell’epidemia il presidente della Turingia, Bodo Ramelow, ha minacciato di non curare più i non vaccinati negli ospedali se dovesse salire eccessivamente la pressione sulle strutture sanitarie. Lo riferisce la Bild. Eh no, così non va! Questo è il primo passo concreto per trasformare i non vaccinati in cittadini di serie B, perché negare le cure? Forse non pagano le tasse come tutti gli altri? E poi Bodo ti lamenti se ti arrivano messaggi d’odio? Hai fatto del tuo peggio per meritarteli stronzone! Forse è il caso che tu ti dimetta da gauleiter della Turingia o quanto meno frequenti un corso di denazificazione. Insomma, questa guerra tra poveretti fomentata dal potere che avevo preconizzato su una pagina di qualche diario fa, sta iniziando a muovere i primi passi. Intanto come mai i vaccinoni continuano a essere ancora quelli sperimentali di un anno fa? Possibile che le multinazionali farmaceutiche in un anno non siano riuscite a elaborare prodotti più puliti e affidabili? Ora circola pure la storia della pillola anti covid, primo farmaco pfizer per curare il vairus, ma circola anche il cosidetto pfizer gate, vale a dire la falsificazione dei test sull’efficacia di cotanto vaccinone da parte di una società apposita. Figurati i non vax come si sono ringalluzziti! Insomma è più facile decifrare il testo di Prisencolinensenaiciusol di Celentano, che l’attuale situazione. Cui prodest? Seguiamo il danaro… si riparte sempre da lì   

Ripartenza 59

Quando ero un bambino mia madre mi diceva sempre, ma lavati il culo e cambiati le mutande, altrimenti che figura ci faccio se ti succede qualcosa e ti portano all’ospedale? Certo che in pieno psicodramma letale gli infermieri si sarebbero soffermati sulla frenata a forma di virgola presente ad altezza culo sulle mie mutande!

Ora più che mai, vista la ripartenza di una nuova ondata di vairus, è bene che usciamo tutti, soprattutto i no vax, con mutande linde di bucato. Metti che ti prenda il vairus per strada e ti portino in terapia intensiva, faresti una vera figuraccia. Gli infermieri e i medici non farebbero altro che parlare di te durante i capannelli attorno alla macchinetta del caffè. Ne usciresti macchiato nell’onore e non solo nelle mutande.

Resta un fatto molto grave, oggi un radiogiornale ha detto che il ministro della sanità tedesco ha testualmente dichiarato che: inizia la pandemia dei no vax. Certe cose vanno dette soltanto con dati (non fasulli) alla mano. La guerra verbale tra sì vax, no vax e rettiliani è la solita guerra tra poveretti, intanto il potere divide et impera.

 

Ripartenza 57

Come si fa a ripartire quando otto milioni di no vax rifiutano il vaccinone e girano di qua e girano di là senza sapere effettivamente come stiano messi? Ah ma io sto benissimo, mai avuto niente, il covid non esiste, sono immortale, c’è la dittatura sanitaria, che sommata alla dittatura della fica e a quella di grisù, ci fa vivere in un regime liberticida. E pensare che nel 1940 avevamo otto milioni di baionette, poi sappiamo com’è finita. Boh, noi vaccinati veniamo definiti “punturati” come durante il servizio militare, quando ci vaccinavano contro tutto e sviluppavamo una terza di reggiseno. Ecco, hanno ragione gli idraulici del piano di sopra, il Dott. Montesano (che avendo “recitato” con Edwigiona nel film Il Paramedico, ha tutti i titoli per essere un eminente virologo). Cari no vax, a questo punto hanno ragione gli odiati crucchi d’Austria, o vi vaccinate e la piantate di essere bombe biologiche, oppure un bel lock down su misura solo per voi: preparatevi dunque i balconi, da là potrete ululare al mondo come e più vi piace.

Ripartenza 56

Li avete visti i potenti della terra stanziare favolose somme di danaro per il salvataggio climatico? Cosa potevano fare di più dei due centesimi a testa (euro, rupie, dollari, yuan) che hanno gettando nella Fontana dopo avere beatamente ruttato? Oh ma quanto magnano! Sto G20 dev’esserci costato almeno l’intero importo del famigerato Piano di Resilienza e presa per il culo ai poveretti. Intanto l’inutile Greta promette azioni clamorose, già la vedo fare pipì nella Fontana. Veniamo a cosa più serie, ieri sera un drappello di bambinetti odiosi come quelli degli spot pubblicitari, guardati a vista da una frotta di genitori zuzzurelloni travestiti da Gargamella e Maghe Maghella, ha suonato alla mia porta. Travestito da Ozzie Osbourne mi sono precipitato al portone col piccione che ho decollato a morsi tanto per spaventarli. I genitori zuzzurelloni se la sono data a gambe dopo essersi cagati sotto. Loro mi hanno guardato con indifferenza, e mi hanno chiesto cosa fossero gli strani suoni che provenivano da casa mia, io gli ho risposto che sono i suoni della mia casa stregata. Gli stronzetti mi hanno guardato con aria di compatimento e hanno mormorato tra loro con disprezzo: boomer! Hanno preso i dolcetti scaduti e se ne sono andati, ma stamattina si sono svegliati col cagotto. Hihihihihihihhi!

Ripartenza 54

Ti alzi una mattina e scopri che sei scoperto. Eh… direte voi, attento che dormire a culo scoperto è pericoloso! Ma no! Cosa avete capito? Scopri che sei scoperto col vaccinone, tu che ti credevi blindato fino a marzo del prossimo anno. Insomma, io ho fatto lo scorso dieci giugno il vaccinone belli capelli che non fa male agli occhi, insomma il vaccino Johnson, e Crisanti dice che copre massimo due mesi. A parte che in agosto dormivo nudo, ma dunque sarei scoperto dal dieci agosto come nella famosa poesia di Giovanni Pascoli? Questo Crisanti porta sfiga solo a guardarlo… lo guardi e l’innocua pozzanghera su cui hai messo piede si rivela una voragine di otto metri e anneghi. «Chi ha fatto il vaccino Johnson & Johnson deve fare la seconda dose», così l’esperto. «Si è scoperto che non è un vaccino monodose. Va fatta la seconda dose perché chi lo ha fatto a giugno ora di fatto è scoperto. A breve credo che usciranno comunicazioni a riguardo» queste le parole del virologo, che sicuramente mi stava pensando, a questo punto mi interrogo sul tipo di comunicazione che riceverò, sarà un certificato di morte? Ma che bella ripartenza!

Ripartenza 49

Specie dopo la sua assoluzione urbi et orbi al processo ruby ter ripartono insistenti in questi disgraziati giorni le voci di una certa salita al Colle dell’ineffabile belloscone, sì proprio lui, l’uomo che ha trasformato la politica italiana da latrina a due latrine! Uno così, vista l’età, l’avanzato stato di decomposizione, e soprattutto la statura da macaco, può al massimo scalare il Colle di Cadibona e nascondersi in Francia, come del resto fece ai tempi della prima ondata di vairus, però il Pd è un partito (mai arrivato) molto imprevedibile. Ricordate, una quindicina di anni fa, Emma For President? In seguito trombata senza pietà, anzi nemmeno presa in considerazione. Chi si candida troppo presto alla presidenza della repubblica in genere diventa vittima di amnesie collettive, e come non dimenticare Prodi! Quello richiamato dall’Africa a votazioni in corso, appositamente per essere trombato dal Pd renziano? Indimenticabile! In ogni modo il belloscone ha già in mente qualche cambiamento alla severità cerimoniale di questa repubblica dell’ananasso: i Corazzieri saranno sostituiti dalle famigerate amazzoni orfane del fu gheddafone da un decennio, la Gazzetta Ufficiale sarà sostituita dalla ripresa delle pubblicazioni della rivista Le Ore, la cerimonia estiva del Ventaglio sarà sostituita dalla Prova Vibratore da spiaggia, solo le quote rosa saranno rispettate purché in topless e sotto i trenta. E la Merkel? La solita culona inchiavabile (cit.)

Ripartenza 48

Siena, 23 ottobre 2021 – Il governo italiano e UniCredit si stanno preparando ad annullare i negoziati su Monte Paschi Siena dopo che gli sforzi per raggiungere un accordo sul piano di ricapitalizzazione sono falliti. È quanto scrive Reuters sul suo sito. Secondo quanto riporta l’agenzia citando 2 fonti, Roma ha deciso che non sarà in grado di soddisfare le richieste di Unicredit per un pacchetto di ricapitalizzazione del valore di oltre 7 miliardi di euro in quanto questo renderebbe l’accordo «troppo punitivo» per i contribuenti. Dunque se fossero stati un po’ meno i miliardi, grisù non avrebbe esitato a derubarci di nuovo, eh ‘ssò soddisfazioni!

Soliera, 23 ottobre 2021 – Ancora un infortunio mortale sul lavoro in provincia di Modena. È successo questa mattina a Soliera: a perdere la vita Romano Bonfatti, 70 anni, di professione lattoniere, residente in paese. L’uomo lavorava per una ditta esterna ed è precipitato da un’altezza di circa 8 metri mentre sul tetto del capannone ispezionava alcuni pannelli di amianto che, in base alle prime ricostruzioni, avrebbero ceduto. Però il lavoratore era regolarmente assunto anche se non aveva l’imbragatura di sicurezza, eh, ‘ssò soddisfazioni!

Cosa lega queste due notizie? Una cosa semplice semplice, chi paga, chi ci rimette, in questo paese sono sempre i più deboli, quelli che lavorano, spremuti fino all’osso da governi, banche, datori di lavoro che non vigilano e che quando corrispondono salari da fame pretendono pure di essere ringraziati! La ripartenza si misura anche con l’indice dei caduti sul lavoro, con le banche rapinatrici, la privatizzazione degli utili e la collettivizzazione delle perdite: ma voi (inde)fessi continuate pure a manifestare contro il greenpuzz, che ‘ssò soddisfazioni!

Ripartenza 44

La pagina di oggi, come potete notare, è deliziosamente piccante: il bruciaculo successivo è soltanto un optional. Lamorgese ha dichiarato: “L’agente in borghese verificava la forza ondulatoria sul blindato”, sì, anch’io credo che i quattro Beatles si rimetteranno assieme! Ci sono ben altre prese per il culo, per esempio il ritorno di Elsa Fornero quale consulente del governo grisù (mazzabubù quante corne ci stanno quaggiù) ha avvelenato le notti e i sogni dei pensionandi. Agone addirittura fa sogni erotici in cui sogna di sbattersi l’Elsa, poi specifica di volerle spiaccicare il cranio contro una pietra milliaria antico romana. Dunque, facciamo il punto sulla riforma pensionistica che ha in mente grisù e che l’Elsa gli sta preparando. La vecchia quota cento è destinata a finire il 31 dicembre 2022 e sarà sostituita da quota 102 (100 anni di età e 2 di contributi) chi come me, per ignoranza o per fortuna, è riuscito ad andare in pensione coi requisiti della legge Fornero, dovrà restituire tutto il maltolto, partecipare obtorto collo alla gara a eliminazione dieci chili di ‘nduja in dieci minuti, chi sopravvive dovrà tornare al lavoro, partire da zero per raggiungere quota 1050 (1000 anni di età, 50 di contributi), che nemmeno Highlander riuscirebbe a raggiungere. Va bene così, la ripartenza non vuole troppi pensionati tra le balle.