dove oltre non è

strusciano e baciano
anche le grate delle fogne,
sulle righe si dannano,
sempre pronte al vortice
che le porti via

alcune possedevano una penna,
gettavano in aria talenti,
non ebbero prontezza di sguardo

le foglie continuano, già pronte
a rompere le prossime gemme,
sguardi puntati sull’oltre
dove oltre non è

pronte a narrare prodigi
nel terrore silenzioso del riordino,
i cieli cui rimarranno appese
ma sempre una per volta

Hai presente una rosa

Hai presente una rosa
dal bel colore turgido,
la sua irrequieta natura
di canina aggressiva
pronta a sfidare novembre

cos’abbia a dirsi,
per essere raggiunta
oltre il freddo
che rassoda punte e spine,
è quesito dell’anima.

Oltre il deserto sconosciuto
boccio in se imprigionato,
coincidenza per il mare
partita, lascia un’eco
percettibile appena.

Succo di cielo

Struscio fortuito d’anime spente,
preferita d’ogni giorno la stupidità.

Le mappe non tracciano sentieri certi
cui ricondurre il grigio
nei luoghi dove si scatena.

Tutto è bellissimo visto con gli occhi,
lo stesso saldo riporta inutili brutture
da servire con oliva e ombrellino.

Succo di cielo ristagni bollito
sul piancito a coprirlo di tristezza:
guarda! È spiovuta ogni stupidità.

Ora vattene, esci a comperare
cose inutili alla completezza,
a concepire altro struscio
altro bagnato.

mattoni a vista

pioverà così forte
da creare sui vetri un riflesso verde,
in genere il vetro non ha colore
e lascia passare il sole

il pensiero accetterà
ogni compromesso pur di assennarsi,
le cornici delle finestre
sapranno resistere, forse

regalo una vita intera,
possa farne buon uso e ritrovarla
tra il brusio dei vicini
e il minore dei mali

tutto attorno
muri perimetrali color sangue secco,
ombre piatte,
mattoni a vista

C’è il sole

C’è il Sole
già alle prime luci
a dare energia e chiarore
ai laboratori di vita.

All’erba alta,
ai girasoli anneriti
dopo il passaggio del fronte:
senza Sole
non ci sarebbero ombre

senza ombre, amore.

Quello stesso Sole
che domani stupirà,
inghiottendo d’un fiato
ogni esistere.