Sì na gioia 206

In principio fu il venerdì nero di wall street nel 1929 che favorì l’ascesa al potere di due personaggi antitetici tra loro: hitler e Roosevelt e pose solide basi per capitalismo e nazismo. Di quel periodaccio, poi sfociato nella seconda guerra mondiale, si ricordano le lunghe file dei disoccupati americani per un pasto caldo, e le carriole piene di miliardi di marchi spinte dai tedeschi giusto per comprare mezzo chilo di pane. Proprio un bel black friday, quel che non capisco è perché i commercianti di ogni genere la menino per tutto il mese coi loro personalissimi black friday, offrendo beni a prezzo scontato e mettendo ancor più in difficoltà i piccoli negozi sempre più in via di estinzione, o meglio lo capisco anche troppo bene. In definitiva hanno rotto i coglioni, pesantemente. Chissà se ci sarà un black friday anche per le bollette di gas e luce di prossima pubblicazione, sarebbe bellissimo.

14 pensieri su “Sì na gioia 206

  1. E pensare che i primi tempi, quando il Black Friday è comparso anche in Italia, era solo in un determinato weekend… ora il Black Friday inizia sempre con largo anticipo, e fanno pure dei “Black Friday” durante l’anno… in poche parole: è tutta una questione di business… a favore dei commercianti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.