Una breve poesia di Yana Yazova

Poetessa e autrice di romanzi, Yana Yazova (1912 – 1974) studiò  a Sofia, e cominciò la sua carriera di scrittrice mentre frequentava ancora la scuola.  All’età di venti anni, la Yazova pubblicò nel 1931 il suo primo volume di poesie. Trascorse lunghi periodi viaggiando attraverso l’Europa e l’Asia per arricchire la sua cultura.  Dopo l’ascesa del regime comunista (1944) è stata costretta a sopravvivere vendendo  pezzi d’antiquariato che aveva acquisito nel corso dei decenni precedenti. 
Morì assassinata nel 1974 . La maggior parte delle sue carte private scomparvero.

Cuore, le mie canzoni, rotola
le mie rocce taglienti.
La mia gente è piccola, sono
sul campo, non li sento!
E ho la peste in loro,
vampiri, lama…
Ma le mie canzoni non possono, non
moriranno così invano!…

*

Pubblicità

9 pensieri su “Una breve poesia di Yana Yazova

  1. Una bellissima donna intellettuale che, avversava il regime comunista, pochi versi in questa poesia che danno il suo dolce e sofferente sentire per la sua patria oppressa e dispiaciuta per il suo popolo schiacciato dal regime comunista. E’ una pena leggere che la sua vita finì per mano assassina. Oltre che grande intellettuale e poetessa, anche Eroina. Un inchino!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.