Silenzi

Il cimitero del Capoluogo splende
di marmi e lucertole,
qualcuna è particolarmente vivace,
unico segno di vita
in un luogo volutamente silenzioso
salva la campana di mezzogiorno
dove nessuno ricorda i protagonisti
oltre le ricorrenze.
Sono quelli giorni in cui è bene
non avvicinarsi troppo,
quando il dialogo col silenzio
lascia posto al salotto dei vivi.

*

13 pensieri su “Silenzi

  1. Penso che, ognuno di noi vada al cimitero immedesimandosi nel luogo in cui ci sono memorie di realtà che, hanno lasciato impronte più o meno marcate per la società e, lì ci sono anche i nostri morti che la loro impronta l’hanno lasciata dentro di noi. Quindi per me ogni volta che vado in quel luogo è una comunione spirituale che mi lascia una pace interiore. Bellissima lirica! Buona giornata Flavio.

  2. ….colpisce sempre il gran silenzio al cimitero, interotto solo dal frinire di qualche grillo di passaggio, e dal pensiero di quei personaggi che hanno fatto storia, non sempre ricordati da chi dovrebbe….
    Versi apprezzati, buon pranzo Flavio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.