A Salman Rushdie vittima del fondamentalismo islamico

Sir Ahmed Salman Rushdie (1947) è uno scrittore, saggista e attore indiano naturalizzato britannico, autore di opere di narrativa in gran parte ambientate nel subcontinente indiano. Il suo stile narrativo, che amalgama il mito e la fantasia con la vita reale, è stato descritto come collegato al realismo magico. Lo scrittore, oggetto di una fatwa dell’Ayatollah Khomeini, è stato aggredito ieri poco prima di intervenire a un incontro col pubblico. Trasportato d’urgenza in ospedale con l’elicottero, è stato operato. È intubato, gravi i danni al fegato, a un occhio o e a un braccio.

 «Per rinascere» cantò Gibreel Farishta, precipitando dai cieli, «devi prima morire. Ho-ji! Ho ji! Per scendere sulla terra rotonda, bisogna prima volare. Tat-taa! Taka-thun! Come puoi ancora sorridere, se prima non avrai pianto? Come conquisti il cuore del tuo amore, signore, senza un sospiro? Baba, se tu vuoi rinascere…» Poco prima dell’alba di un mattino d’inverno, il giorno di Capodanno o pressappoco, due uomini, reali, adulti e vivi, cadevano da grande altezza, seimila metri, verso la Manica, senza l’ausilio di paracadute o di ali, da un cielo limpido. (da I Versi Satanici)

 

12 pensieri su “A Salman Rushdie vittima del fondamentalismo islamico

  1. …sono atea e condanno qualsiasi forma di religione esaltata ed esasperante….
    La violenza dei fondamentalistici islamici è una forma di volenza inaudita, che nulla ha a che vedere, con un sano credo religioso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.