Mai na gioia 63

Sto male al pensiero che a prevalere sono sempre i prepotenti e gli imbecilli. E sono gli imbecilli a foraggiare di “buone ragioni” i prepotenti, invocando una pace che toglie agli innocenti ogni retta ragione da far valere in nome di quella giustizia che è il fondamento su cui costruire la pace.
Senza giustizia non c’è pace.
Non ditelo ai cattedratici di oggi che dettano legge su ogni canale televisivo, e non ditelo a una Chiesa che invoca pace e calpesta la giustizia.
L’imbecillità ha offuscato l’intelletto, e ognuno spara alla cieca le proprie imbecillità a una massa sempre più ottusa. (Don Giorgio de Capitani, pensieri di cui condivido anche le interlinee)

18 pensieri su “Mai na gioia 63

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.