Mai na gioia 58

Alcuni di voi mi piacciono da morire, mi ricordano Stalin, perché hanno i baffi? Naaaa, il motivo è un altro. Stalin ogni tanto riuniva plenum e comitato centrale e annunciava le sue finte dimissioni, quelli che le accoglievano con sincero affetto erano già morti, quelli che apparivano un po’ tiepidi dopo qualche giorno finivano alla Lubianka, gli altri, che alla notizia si mettevano a piangere e strepitare come il Vitello Marcello, la sfangavano. A me piacciono tanto i blogger che annunciano un periodo di assenza, specie da facebook, ma poi il giorno dopo pubblicano come se non ci fosse un domani. I casi sono due, o hanno creato meccanismi e automatismi che sono sfuggiti di mano (e ora si trovano alla Lubianka) oppure non possono farne a meno, Ad alcuni verrà spontaneo aggiungere: Armerì checcazzo dici, tu che pubblichi cinque articoli ogni giorno? Rispondo: Certo, ma mica preannuncio di prendermi una pausa, e quando vado in ferie non lo dico. Voglio rimanere nei cuori come il vostro ologramma preferito.

Pubblicità

21 pensieri su “Mai na gioia 58

  1. È che secondo me non fanno male a nessuno, probabilmente hanno solo bisogno di qualcuno che per affetto dica: “Ma no, dai, resta! Ti voglio bene!” e magari dell’affetto c’è davvero.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.