Sul suo seno

Pace e nessun ferro arrugginisce
sul suo seno, così vicino e lontano
a tal punto arriva nostalgia 
da cedere sui limiti dell’ovvietà;
ogni giorno Edith è sale
per l’attimo in cui cedette curiosa,
la stessa con cui vorrei chiederle
quanto posto occupa il suo cuore.

*

Pubblicità

8 pensieri su “Sul suo seno

  1. Vivere in pace è la cosa più bella al mondo, ma a un certo punto, l’uomo, per svariati motivi, crede di voler prevalere sugli altri uomini e, allora comincia la guerra fratricida che distrugge e annienta vite radendo al suolo intere citta e, continua a distruggere fino ad arrivare al proprio intento prevaricando senza nessuna regola. La tua poesia è bellissima, mi ha commosso leggerla e ho pensato che da millenni l’uomo non impara mai a scacciare il male e la cattiveria pur di soddisfare i propri intenti. Buona giornata Flavio.

  2. …quel senso di benessere, e dolcezza, che prevale in noi, quando la mente si sofferma, nostalgicamente, su chi ha saputo far parte del nostro cuore…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.