Mai na gioia 52

La prossima settimana avremo a che fare con la sagra di Pentecoste che inizia il primo giugno e terminerà il sei, sarà il solito sequel di schiamazzi e ubriachi che vagheranno come cinghialoni romanisti per le vie di Castello. Le scuole non chiuderanno, ma sempre meglio che negli Stati Uniti, dove i ragazzuoli anziché portarsi l’abbecedario portano un bell’ AK47 tutto accessoriato con un dovizioso set di munizioni dum dum. Certo che è un bel problema, come risolverlo? Basterebbe mandare tutto quel po’ po’ di armi in Ucraina, già Zely alla sola idea si sta leccando i gomiti. Quel che non capisco è il motivo per cui in alcuni stati americani stiano decidendo di abolire l’aborto legalizzato, forse perché i babies indesiderati poi si fanno fuori sparandosi a scuola?

7 pensieri su “Mai na gioia 52

  1. I “gringo” hanno creato i propri mostri e nessuno può mettere un dito sui produttori di armi. Quindi continueremo a leggere sui massacri nelle scuole. Quasi nulla in confronto alla legge sull’aborto. Sono “bianchi” e si capiscono. Buon fine settimana Flavio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.