Il Risveglio di Nizar Qabbani

Nizar Qabbani (1923 – 1998) diplomatico, poeta ed editore siriano è tuttora uno dei più importanti e più famosi poeti arabi nei tempi moderni.

Sono rimasto in coda milioni di anni
per acquistare un biglietto
Ho dormito sulla mia valigia
Ho dormito sulle mie preoccupazioni […]
Mi stanca attendere ciò che non si attende.
Ho cercato nella pagina dell’oroscopo
il segno dell’Ariete
ma non ho trovato nè una colomba che sopraggiungeva
nè un itinerario di viaggio.
Ho cercato un bicchiere di cognac
delle sigarette.
Ho trovato un grillo sulla mia valigia
gli ho chiesto chi fosse e mia ha risposto di essere come me
uno senza patria … indossava cappello e cappotto.
Era come me seduto in attesa del treno.
[…] In attesa del fischio del treno
in attesa dal giorno in cui sono nato
dal momento in cui sono uscito dalle città polverose
in attesa che il mare avanzi sui miei versi
e che scroscino le piogge.

Pubblicità

9 pensieri su “Il Risveglio di Nizar Qabbani

  1. Nizar Kabbani’nin Türkçeye çevrilmiş gazaba uğramış şiirler ve diğerleri kitabından bir bölüm yazıyorum.

    Ey yurdum, özgürlüğünden olmuş kuşlar hariç
    Bütün kuşların menzilleri var
    Yurtlarının dışında ölecek onlar..
    .
    Modern Arap şiirlerinin bence en önemli temsilcisi.

  2. In questi versi c’è tutta l’impotenza di un’anima che intende rinnovarsi e nello stesso tempo rimane ferma nell’aspettativa di un qualcosa che, gli dia una spinta per trovare il coraggio di cambiare la sua situazione. Ciò è anche riferito all’abulia degli arabi che accettano con rassegnazione il loro vivere, senza far nulla per cercare di migliorarlo, né di migliorare la loro società civile rimasta in coda rispetto alle altre nazioni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.