Mai na gioia 13

Il mondo secondo Bidè

Zelensky chiede urgentemente armi ai paesi occidentali, ma da buon uomo di marchetting ha deciso di rivolgere appelli personalizzati a seconda delle categorie cui sono rivolti:

  • Ai pacifisti: mandatemi subito armi perché voglio fare pace con l’amico Vladymir!
  • Agli operai: mandatemi armi sennò vi mettono in cassa integrazione.
  • Ai cattolici: se non mandate armi non siete figli di Maria.
  • Ai comunisti: mandatemi armi, altrimenti penserò che siete fascisti.
  • Ai fascisti: mandatemi armi, altrimenti penserò che siete comunisti.
  • Ai guerrafondai: mandatemi armi che finché c’è guerra c’è speranza.
  • Ai trasteverini: ahòòòò le armi ‘ndo cazzo stanno?
  • A Putin: Vlady mi mandi un po’ di armi per favore?
  • A Donatella Rettore: mandami le armi che mi schioppo le vene!

Come vedete quest’uomo è un genio, sta già approntando i sacchetti di sabbia come sfondo per la prossima diretta con Maria De Filippi a C’è posta per te; intanto sveliamo il vero contenuto del suo messaggio personalizzato a Biden: à scurreggiò manneme armi, artrimenti nun posso proseguì à gguera che me hai fatto provocàà!

25 pensieri su “Mai na gioia 13

  1. Uniquique sum, Flà! Nujie ca putimmo ancòra pazzià, dicimmo ‘sti ccose, chille ca stanno ‘copp’ ‘a l’Ucraìna e s’arretruovano cu ‘e schiuppettate dint’ all’uocchie, pozzono sulo chiagnere ‘o Cristo ‘n croce…

  2. Non so quando gli europei riusciranno a comprendere di essere stati scaricati dagli USA:

    -Trump è diventato presidente e ci ha preso a pesci in faccia un giorno si e l’altro pure. Come un volgare taglieggiatore ci ha imposto di aumentare le spese militari del 2% del Pil, chiaramente comprando armi americane. Ha pure fatto campagna elettorale per la Brexit quando, a suo tempo, si tenne il referendum.

    – Biden non ha fatto in tempo ad entrare alla Casa Bianca che ha assestato una sberla sonora alla Francia, soffiandogli una commessa miliardaria di sommergibili a propulsione nucleare destinati all’Australia.

    – adesso, la marionetta USA Zelenskj, si permette pure di maramaldeggiare col presidente tedesco, dicendogli che non lo vuole in Ucraina. E riprende pure Macron perché non si è accodato a Biden nell’affermare che un genocidio è in atto in Ucraina. Invece il suo ambasciatore a Roma si permette di criticare il papa per avere osato concedere di portare la croce in processione ad una incolpevole cittadina russa…

    – gli europei debbono rinunciare a riscaldarsi, a lavorare, accettando pure inflazione, impoverimento sociale, crisi economica, licenziamenti, ospitare decine di migliaia di profughi, inondare d armi l’Ucraina e poi farsi sputare in faccia dall’attore assoldato da chissà chi, prima per una fiction, poi per un reality sulla poltrona di capopolo…
    debbo continuare?

    Quando capirà l’Europa che, ormai, gli USA la considerano sacrificabile?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.