Mai na gioia 04

Premetto che in questo articolo nessuna Zeta è stata maltrattata. Scusate, ma non si era detto che dopo i lager, oltre alla poesia, sarebbero finite anche le guerre? Si era detto, ma Corea, Vietnam, Afghanistan, ex Jugoslavia e altre centinaia di guerre e guerricciole hanno smentito con i fatti le belle parole. Ma poi ce li vedete tutti quei poveri operai delle fabbriche di armamenti espulsi da lavoro? Fatto sta che le guerre continuano e continueranno fino alla fine. Durante ogni conflitto si applica il principio del bel tacer, oppure al contrario c’è una marea di news talmente fasulle da far paura. Qualcuno ricorda Goebbels? Il livello è questo e a un punto tale che con la prossima bolletta il canone Rai sarà devoluto alla televisione di stato ucraina.

41 pensieri su “Mai na gioia 04

  1. Quel che non sopporto, della copertura informativa che si vuol dare a questa guerra, è che si vuol convincere lo spettatore_lettore che questa è la prima guerra ed unica al mondo, anche per barbarie e mortalità. Non esiste altro, nemmeno la contemporanea guerra nello Yemen.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.