Sulla pianura

Durante un giorno chiaro 
qualcuno approfitta
della pianura a perdita d’occhio
per coprirla col fazzoletto,
mostrare su quel lembo di stoffa
le proprie carte,
un pezzetto di pane,
qualche anima caduta
ad accompagnare la sua
per un breve tratto.
E’ occidente d’idee ammuffite
dentro sale pulite e in ordine,
maternità abbandonate
dentro culle vuote.
Nessuno passerà a osservare
quella piccola mostra invenduta.
Dopo il tramonto nell’oscurità
la certezza del ghiaccio puro,
più fragile di qualsiasi pietra
e senza possibilità o correzione
per tornare acqua.

*

16 pensieri su “Sulla pianura

  1. Viandanti viaggiano per l’assolata pianura senza una precisa meta. L’occidente è ormai diventato un paese senza prospettive, adagiato sul solito tran tran, la gente è demoralizzata e le coppie non fanno più figli. I momenti d’aggregazione, di conoscenza che avvenivano negli anni passati nelle sere in cui le citta pullulavano di gente, non esistono più. Ognuno, ormai, le vive nella propria casa per la paura di fare incontri pericolosi. Credo che, tutto ciò sia alienante per ognuno di noi. Buona giornata Flavio.

  2. coprire col fazzoletto una immensa pianura, mettervi in mostra le proprie carte: rende molto l’idea di una sproporzione soverchiante dentro cui abitiamo in compagnia di qualche “anima caduta “. Testo davvero efficace

  3. …immagini preziose, e colorate, che in uno scenario ameno ornano la mente, si tramutano in un oscuro oblio, con l’avvento della tenebra, priva di riflessi e speranze d’un domani….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.