Strinsi le mani sotto il velo oscuro di Anna Achmatova

Anna Andreevna Achmatova, pseudonimo di Anna Andreevna Gorenko 
(Russia 1889 – 1966) non amava l’appellativo di poetessa,
perciò preferiva farsi definire poeta, al maschile.

Strinsi le mani sotto il velo oscuro…
“Perché oggi sei pallida?”
Perché d’agra tristezza
l’ho abbeverato fino ad ubriacarlo.
Come dimenticare? Uscì vacillando,
sulla bocca una smorfia di dolore…
Corsi senza sfiorare la ringhiera,
corsi dietro di lui fino al portone.
Soffocando, gridai: “E’ stato tutto
uno scherzo. Muoio se te ne vai”.
Lui sorrise calmo, crudele
e mi disse: “Non startene al vento.”

8 pensieri su “Strinsi le mani sotto il velo oscuro di Anna Achmatova

  1. Dialogo tra sordi volontari. Ferocissimo e consumato in poche battute come spesso accade tra coloro che si sono “sentiti” ad un profondo e molto intimo livello. Colpisce la nettezza del verso e la tragica ironia della conclusione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.