Slow

Il mattino stropicciato
assieme a lenzuola e un caffè
generoso d’ustione,
impossibile trovare
la giusta temperatura, ogni giorno
l’intemperanza pronta in agguato
dietro l’angolo, coperto di ruggine
il coltello.
.
Nessun dileggio in quel che dico,
nessun mistero sotto il vestito
dato in pasto al migliore dei disastri,
meraviglia è l’attimo spento
subito ricorda,
dopo qualche altro giorno non più,
nessuna dea sopravvive
al proprio mito.
.
Ogni ora un lieve ritocco, è sera
dedicata a giorni vuoti senza ironia
solo un po’ d’erotismo da cartolina,
fortunate stelle
se possono specchiarsi sull’acqua
amando amore che non c’é.

*

15 pensieri su “Slow

  1. L’inizio, la fine, l’alba, il tramonto, e noi in mezzo, prigionieri a volte di abitudini consuete. Però (dicono che c’è sempre un però) fortunatamente abbiamo un poeta che ci fa emozionare, anche dentro una giornata monotona come tante (!!!)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.