Gioielli Rubati 176: Angela Greco – Khan Klynski – Carlo Becattini – Gabriele Gabbia – Cipriano Gentilino – Francesco Palmieri – Federica Simionato – Bianca Bi.

Versi da “Alibi” (inediti)
.
Tutto è come lo avevamo lasciato;
stessi spiragli e interstizi tra gli affanni.
L’ alabastro si confonde col cielo, ma
l’azzurro non inganna e le sfumature lo sanno.
Stupita l’ametista sembra gelosa delle tue mani
e tra le altre pietre corre sull’altipiano carsico il cuore.
A fatica questo canto s’inerpica verso la tua vetta.
[…]
Questo lento trascorrere delle ore,
lo stillicidio che decreterà meraviglie, scuote
un silenzio troppo lungo per essere dimenticato.
Dal centro della terra sale l’eco della nascita e
in pancia sobbalza il tuo nome, colmando
ogni possibile cavità nascosta alla luce e alla ragione.
C’è un tramonto bellissimo fuori da qui, rosso
morente nel blu di una notte tutta da sognare.
[…]
Il sole è un pensiero che s’arzigogola sul muro,
ricordo di una lampada accesa la sera precedente;
verso casa gatti e carte calpestano le stesse vie,
mentre rincorro un po’ di silenzio al riparo di
questo primo freddo pungente, che cerchia la testa.
Al rientro trovo la tua telefonata senza risposta;
dicembre inizia tra curve pericolose e gelate mattutine.
[…]
Pensi che l’inferno sia poi così distante?
La prima luce rivela l’impossibilità di comprendere
quel che la notte ha nascosto nei silenzi e dietro gli occhi;
da qui inizia la salita, sassi che travolgono incuranti
delle mani ferite dai gesti quotidiani, quelli ripetuti e
ancora da imparare. Brucia la pelle offesa e torno
ai tempi in cui gli orologi si potevano riparare, perché
era un altro il valore del tempo. Conservo le lancette, ma
non riesco a dare fiducia agli ingranaggi.
[…]
.
di Angela Greco, qui:
https://ilsassonellostagno.wordpress.com/2021/12/16/angela-greco-angre-versi-da-alibi-inediti/
.
*
.
fuori ha riagganciato il temporale
e tu dovresti uscire ma non smetti,
non smetti mai di piovere sul no,
sugli occhi consumati ad ordinare,
sui forse cesellati nello stomaco
dall’ultimo cassetto aperto ai sogni
estinti in fuochi ed allucinazioni,
piove l’orizzonte che a ritroso
su tutto ciò ch’è stato non risponde,
oh vuoto disperato altrove le parole
dal mare di domande svuotare
disperso nel disordine dell’ombre
le risposte, perché del vivo non risorge l’attenzione, perché non sorgo più
del tuo valore e sembra piova ancora indigesta dal solito soggiorno una meteora,
la solita corrispondenza,
l’ultima danza a rovescio,
il pianto dai vecchi libri, i soliti equilibri
,
se abbiamo preso forma,
se abbiamo perso fiato,
se sei così complessa non voltarti
mentre mi spezzo,
mentre ritorni sola al mondo svogliata
come i cartelli sulla strada verso casa
,
di Khan Klynski, qui:
.
*
.
Dentro la spina
.
Dentro la spina
una goccia di sangue;
bianca la camicia,
proprio sul cuore un cerchio
si espande, sembra una rosa:
un gesto d’amore;
dentro le scarpe un uomo
perduto, alto nel cielo
un amore incompreso,
sulla sua testa, sotto il cappello
suona ancora un bel ritornello:
dentro la spina
una goccia di sangue,
dentro le mani
una vita vuota,
sulla camicia
una macchia d’amore,
in questo corpo
un uomo che muore.
.
di Carlo Becattini, qui:
https://fioriscenelbuio.wordpress.com/2021/12/17/dentro-la-spina/
.
*
.
A fondo infissa
.
Muri scontrosi in Contrada Santa Croce avanzano
– adornano diafano un viso – fra scaglie residue
d’un tempo rimasto e ciò che del tempo tuo
ti rimane e l’immensa corona di spine
ogni giorno piú a fondo infissa
nel cranio d’avorio e aria
che t’è toccato in vita.
.
di Gabriele Gabbia, qui:
https://rebstein.wordpress.com/2021/12/05/su-larresto-di-gabriele-gabbia/
.
*
.
Inquietudine
.
In questo imbrunire
un’inquietudine
di assenza antica,
scricchiolo di foglia
anonima,
si baratterebbe
per un nome
o solo una parola
adagiata sul fondo.
.
di Cipriano Gentilino, qui:
https://noteinversi.wordpress.com/2021/12/18/inquietudine/
.
*
.
C’è un dolore che non sei tu
e nemmeno l’acqua che scroscia sulle ringhiere
neanche il cielo smorto che tornerà sereno
neppure il nero degli ombrelli aperti
il bavero rialzato delle giacche
quest’aria che non è vento
ma furia nelle strade di gambe e di motori
c’è un dolore che sta dentro allo specchio,
una mattina a caso, un giorno in mezzo a tanti,
lo vedi sulla faccia, negli occhi più pesanti,
nel lungo di un pensiero che non si aspetta nulla.
.
di Francesco Palmieri, qui:
https://uncielovispodistelle.wordpress.com/2021/12/08/tre-poesie-di-francesco-palmieri/
.
*
.
Mi piove contro
.
A un palmo dalle nuvole
uno scontro frontale,
un pensiero
sbucato all’improvviso
dalla curva cieca di te.
.
E lo sguardo si incrina.
.
Nessun sopravvissuto
a raccontarne la storia,
solo il mio ruvido cielo
trafitto di pioggia.
.
di Federica Simionato, qui:
.
*
.
Molte parole si abbandonano
.
molte parole si abbandonano
alla sconfitta
non hanno la forza di traversare
tutto ciò che sta nel mezzo
per incontrarsi
magari in certi silenzi
abbracciati.
io sono qui che ti aspetto
come si aspettano i treni
mai partiti
come si attende una nascita
o una morte
con la stessa pacata agonia.
c’è in quest’attesa
senza fine
amore un amplesso
una mostruosa
felicità
si annega più facilmente
gli occhi non bruciano
il mare è dolce
amore ha perduto
tutto il sale.
.
di Bianca Bi, qui:
https://biancabiblog.wordpress.com/2021/11/23/molte-parole-si-abbandonano/
.
********************************************
Annunci

32 pensieri su “Gioielli Rubati 176: Angela Greco – Khan Klynski – Carlo Becattini – Gabriele Gabbia – Cipriano Gentilino – Francesco Palmieri – Federica Simionato – Bianca Bi.

  1. Pingback: Gioielli Rubati 176: Angela Greco – Khan Klynski – Carlo Becattini – Gabriele Gabbia – Cipriano Gentilino – Francesco Palmieri – Federica Simionato –… – poesie semiserie

  2. Sono grato per questa condivisione, mi complimento con gli autori per l’intensità delle loro parole, ringrazio te Flavio per questo regalo ed approfitto per augurare a tutti voi un po’ di serenità in questo periodo di festa.

  3. Pingback: Gioielli Rubati 176: Angela Greco – Khan Klynski – Carlo Becattini – Gabriele Gabbia – Cipriano Gentilino – Francesco Palmieri – Federica Simionato –… – noteinversi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.