A Dicembre

Non c’è tempo e non se ne trova
per cause apparentemente inutili,
entra in casa l’indesiderato
sempre pronto a portar via
destini serbati in caldo;
è un ladro di chiodi secchi arrugginiti,
specie reietta il bastardo
insolente verso chiunque apra.
Non c’è proroga ulteriore
ci accontenteremo di posti in piedi.
Siamo i nostri libri:
un tempo profumavano di stampa
poi di vecchio
oggi di cantina.

*

20 pensieri su “A Dicembre

  1. …nell’andare sempre più complesso, siamo come delle stampe avvizzite, logore ormai dal tempo della stampa, dal profumo d’inchiostro…
    Buon lunedì Flavio

  2. io sono i miei libri in cantina e quelli che ci finiranno, i viaggi e quelli che verranno, i sentimenti passati e quelli che proverò. l’indesiderato è quel che deve fare ma anche io. ognuno fa la sua parte.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.