Gioielli Rubati 170: Claudio Maria Zattera – Rosario “sarino” Bocchino – Aurora De Lea – Luca “yok lux” Parenti – Dario Bertini – Isabel De Santis – Paologramma – Sandro Zedda.

Acca Muta
.
Stanotte ho sognato le forze del linguaggio,
facevano dei segni sulla terra
quali avevo visto nella cripta del sole
prima che uscisse
dalle nuvole e dal buio.
Oggi come ieri lavorerò, amerò e lotterò
per la mia oncia di felicità, già finita in verità
dietro archi ricolmi di ombra ancestrale.
Con la maschera di lupo a tagliare i rami
della memoria, eppure, dovrò svelare
dell’acqua nera nel lago vocale.
Non ho mai capito perché la acca sia muta.
.
di Claudio Maria Zattera, qui:
https://www.facebook.com/claudio.zattera.1
.
*
.
eppure incostante
.
di un giorno a freddo
si ricordano le mille dimenticanze
e gli occhi gettati oltre la strada,
vero come l’ultimo lampione in divieto
si avvale della notte per essere uguale agli altri,
quasi a mezz’ora da un ballo
che da lontano trema,
dove vivono i fianchi delle auto
e alcune rientranze di portoni
mentre sui numeri il grigio delle illusioni
si mischia ai sogni candidi dei muri
.
ed è come se fosse vero il frastuono dei passi,
il luogo incerto delle mani in cerca,
dove nemmeno quel vecchio abbaglio
sa più di panchina
perché ai resti del pane si svendono foglie
e le coscienze di un bidone,
lucernari d’inutili stelle
che affogano, dense d’asfalto
e di giochi in fuga,
scombinando e provando
come i fiori ostinati e senza paura
.
poi si sceglie di vivere, per poco,
o per quella sottile ironia che è la vita,
lezione maldestra piena d’amore
eppure incostante
.
di Rosario “sarino” Bocchino, qui:
https://rosariobocchino.wordpress.com/2021/10/26/eppure-incostante/
.
*
.
Tutta la pioggia del mondo
.
Sull’isola lontana cade
tutta la pioggia del mondo.
.
Si è incontrata concentrata
per tutta una settimana –
come fosse un raduno
come la festa del santo patrono.
.
La porta il vento –
quel vento benedetto d’estate –
adesso è l’aguzzino, adesso
in mano ha cento fruste.
.
È un’isola sommersa,
di città dormienti –
studenti senza sveglie,
aerei senza ali,
gomme sepolte nel fango.
.
Nell’attesa del sereno.
.
(Sicilia, Ottobre 2021)
.
di Aurora De Lea, qui:
https://lefocidelleufrate.wordpress.com/2021/10/30/tutta-la-pioggia-del-mondo/
.
*
.
piove forte
.
piove forte sul tetto
ma nell`anima
lo sconforto
come un fungo
nel sottobosco.
se ci fosse un dentro
ed un fuori
invece che un tutt’uno.
se vi fosse da sperare
racimolando gli spicci.
il cotto francese freme
percosso: è la natura
che latra, torrente
che esonda. l’oceano
maestoso che dalla scogliera
morde centimetri
della roccia.
.
di Luca “yok lux” Parenti, qui:
 
https://www.facebook.com/profile.php?id=100014740399197
.
*
.
incipit di Il caffè della sala infermieri, Dario Bertini
Se davvero si vuole parlare della gente
non c’è niente di meglio degli obitori,
che tanto si finisce lì lo stesso
perché non serve a nulla correre dietro alla felicità
come se fosse una lucertola stesa al sole.
Tanto varrebbe piantarsi una bussola dentro il petto
e lasciarsi trasportare nella vita
neanche fosse una stanza vuota con un tappeto grigio
bruttissimo a cui tutti cercano di dare fuoco
finché arrivi un bambino, una notte, che dica
non riesco a dormire e fissando uno specchio si chieda
cosa farai da grande? – la risposta è negli occhi
che brillano come bicchieri rotti
.
voglio fare il concime, fare ridere i fiori
.
di Dario Bertini, qui:

La profondità dell’abitare di Dario Bertini (Andrea De Alberti, XV Quaderno)

.
*.
.
Bestie caute
.
Insegnami la carezza
il senso dell’abbandono
e quel sapore amaro
che ha la nostalgia.
Insegnami a colare
lenta e oscena
lungo il canale della tua bocca
e insegnami
a come toccare le cicatrici
-senza memoria-
del tuo ormai quieto vivere.
Insegnami
il pianto caldo e antico
di chi ha smesso di farmi rumore
.
Dentro.
.
di Isabel De Santis, qui:
https://battesimaleferita.wordpress.com/2021/10/22/bestie-caute/
.
*
.
Balena azzurra
.
Sento
il tuo cuore nella pancia
ma non l’ho mangiato.
Sento
il vento sulla faccia
vado di fretta.
Schiaccia
il tuo peso su di me
balena azzurra.
Sdraia
le tue tette su di me
solo stavolta.
.
di Paologramma, qui:
https://paologramma.wordpress.com/2021/11/09/balena-azzurra/
.
*
.
Milano e dintorni
.
Scrivo e sento il gelo nelle dita
come quel giorno.
L’Inter per la prima volta fu
un pomeriggio di novembre.
Mio padre mi prese per mano e
decise di portarmi a S. Siro.
Pioveva e sentivo il freddo dentro di me;
era intenso come solo Milano sa regalare.
Anche bello e avvolgente come
per chi è pronto a tuffarsi nel mare iracondo.
Un segno del destino perché
quelle gocce di pioggia meneghina
si sono trasformate, nel tempo, in lacrime.
Lacrime di gioia, più semplicemente lacrime!
Attraversano ancora oggi il mio viso
e nei suoi rivoli accarezzo le vittorie
e sconfitte di una vita come fossero
parte di me in modo indivisibile.
Si confondono con l’uomo,
indistinguibili nella loro essenza
mi rafforzano in uno slancio
continuo verso la vita.
.
di Sandro Zedda, qui:
https://www.facebook.com/sandro.zedda.73
.
.
****************************

31 pensieri su “Gioielli Rubati 170: Claudio Maria Zattera – Rosario “sarino” Bocchino – Aurora De Lea – Luca “yok lux” Parenti – Dario Bertini – Isabel De Santis – Paologramma – Sandro Zedda.

  1. Grazie a te, ho avuto l’opportunità di incontrare molti poeti italiani e le loro poesie. Sono tutte molto preziose e oltre all’universalità della poesia, sono felice di incontrare poesie italiane.

  2. Ciao Flavio
    come sempre i tuoi gioielli sono veri “gioielli”. Come ha commentato prima di me: è vero è l’università della poesia dove si impara leggendo col cuore.
    Sarò di parte ma da milanese mi è piaciuta molto quella di Sandro Zedda. Complimenti a tutti gli autori.
    Un grande abbraccio e buona domenica 🥰
    Chiara

  3. Pingback: “Gioielli Rubati 170”: selezione di poesie a cura di Almerighi – repost. | Le foci dell'Eufrate

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.