Ripartenza 38

Pur da vaccinato (e proseguirò su questa strada) ritengo che il provvedimento governativo di vietare l’ingresso sul luogo di lavoro a coloro che non sono in possesso del famigerato green puzz (nella foto qui sopra) sia iniquo e soprattutto ipocrita. Non voglio con questo dire che i no vax mi stiano simpatici, sono degli emeriti cretini, però se lo stato non si assume l’onere di rendere obbligatorio per legge il vaccino vuol dire che qualcosa non va. Sicuramente abbiamo una classe politica, i vari Grisù, ciccio renzino il suo sicario preferito, ciccio calenda, ciccio salvini, ciccio meloni e compagnia cantante, composta più che altro di scorregge prestate alla politica e forse per questo navighiamo a vista in un oceano maleodorante. Cosa ci si può aspettare da gente così, tutta tesa all’autoconservazione e sempre coi sondaggini sotto mano? Niente! Soltanto provvedimenti idioti come quelli sul green puzz. Faccio un esempio semplice: un obbligo contrattuale e di legge stabilisce che certe categorie di lavoratori, i metalmeccanici per esempio, abbiano l’obbligo dell’antitetanica. Se non si fa la stessa cosa coi vaccini anti covid, col green puzz ti ci puoi anche spazzare il cc… la faccia. Orgiù ripartiamo fratelli, ripartiamo!

42 pensieri su “Ripartenza 38

  1. https://www.altalex.com/documents/news/2020/07/02/vaccinazione-non-obbligatoria-per-epatite-a-indennizzo

    Al link sopra riporto la sentenza di Corte COst. nella quale la “forte raccomandazione” è equiparata all’obbligatorietà per quanto riguarda indennizzo derivante da dani lievi o gravi che siano derivanti dalla vaccinazione; si esclude pertanto un problema giuridico.
    Restano altri di ordine economico (ma non l’hanno sfangata), socile, politico a monte della decisione.

  2. Ci provano come sempre, peraltro. Covid o non covid.
    Stavolta c’è un chiarimento per il quale, sintetizzando, se promuovi una limitazione decisionale ex art. 32 Cost. per la tutela collettiva ti prendi la responsabilità delle conseguenze negative, obbligo dichiarato tale o meno. Senza manco questo era peggio e si fomentavano le voci novax infondate, no?

  3. chi fa una scelta diversa non lo definirei semplicemente un cretino, si chiama atto democratico.
    chi fa una scelta diversa non è un nemico, si chiama cittadino come gli altri
    chi obbliga i lavoratori e stabilisce puniioni con decurtazione del salario è un CRETINO e NEMICO
    il nemico, il cretino non è il non vaccinato….

    • qui non è questione di fare scelte diverse, è questione anzitutto di dare alle cose il giusto nome, e poi stabilire obblighi che vadano rispettati e fatti rispettare da tutti, si chiama “civismo”, il no vax non è mio nemico, per carità, è solo un cretino (ribadisco)

      • nessun trattamento sanitario (che sia preventivo o curativo) può e deve essere un obbligo di legge. Nessuna democrazia (che sia diretta o indiretta) può e deve essere sconfessata da un regime che inibisce i rami parlamentari a botta di DPCM. Questo non è civismo, è dittatura travestita da logorriche fandonie sul bene comune. E se l’esser cretino significa ragione, beh son felice di esserlo e di non posizionarmi prona a chi mi vorrebbe in tale posizione.
        Sono talmente democratica che accetto le tue offese e anzi mi propongo, senza offendere, in un contraddittorio con le mie ragioni pacate.

      • A stabilire per legge che tutti gli italiani, da Nord a Sud, dovessero vaccinarsi contro il vaiolo, fu un provvedimento normativo che rese la vaccinazione contro una delle malattie storiche, quella del vaiolo, appunto, che porta il nome di legge Crispi-Pagliani nel 1888.
        Inoltre non mi pare di averti dato della cretina. Ma se sei no vax, spiega perché lo sei, disponibilissimo anch’io al contraddittorio.

      • si conosco,1888 regno d’italia? già…e non vado avanti.
        Inoltre no-vax = non vaccinata covid? i no vax sono contrari a tutti i trattamenti vaccinali, io ho seri dubi su questo. e si sono una delle milioni di cretine che dubita di questo vaccino

      • non pensare che io non ne abbia, ma se ti proponessero o il taglio di un braccio o il taglio di un dito, ti faresti tagliare il braccio?

      • e perché allora dovrei scegliere di vaccinarmi?
        rispetto le regole di sicurezza, distanziamento FISICO (e non sociale come vorrebbero loro per tenerci separati e inculati “diviti et impera”), gel che scortica le mani, mascherine.
        Il sito dell’AIFA definisce tutto questo VACCINAZIONE SPERIMENTALE DI MASSA.
        e chiudo, quando finirà il termine dei due anni per lo stato di emergenza che si fa?

      • Perché credi che dopo la vaccinazione sia uscito per strada a limonare con la prima che passava? Ho continuato a rispettare esattamente le regole di prima. Certo che è una vaccinazione sperimentale di massa, ma dati alla mano alcuni benefici ci sono stati, inutile proseguire con battaglie di retrogiardia.

      • le battute son spiritose…ma vuote dei contenuti.
        il vaccino è uno srumento personale, ti permetterà (e non è detto) qualora contressi il virus di non sviluppare la polmonite bilaterale interstiziale, ripeto ma non è detto. Quindi non sei immune, puoi contrarre il virus e propagarlo. quindi? è uno strumento in più per te ma non per la sicurezza sanitaria pubblica. quindi?

      • quindi per il momento è giusto utilizzare i mezzi che abbiamo ed essere prudenti, non condurre battaglie di retroguardia rifiutando a priori un vaccino che indubbiamente ha permesso di migliorare la situazione

      • trovo che ci sia ancora confusione tra il trattamento sanitario e il green pass. il certificato verde attesta lo stato (al momento) rispetto al virus, include tre ratio, vaccino, immunizzazione (seppur transitoria) e tamponi, quindi chi si tampona è in regola con le disposizioni di legge.
        Il vaccino del vaiolo, è storiografia medica, non fu inoculato durante il picco pandemico ed è a vettore virale. cosa ben diversa.

      • io non discetto al massimo rifletto insieme a te… con tutto il rispetto per i morti covid di questo periodo…tutto questo è accaduto perché il sistema sanitario nazionale da anni subisce un impoverimento sistematico a favore della sanità privata, i nostri ospedali, svuotati da reparti fondamentali, come quelli emergenziali si sono trovati in difficoltà e va da se le chiusure, i morti e le difficoltà degli operatori della sanità. La medicina del territorio peggio ancora, ormai inesistente, non ha saputo far fronte alla immensa portata dell’evento.
        in ultimo ti chiedo, perché sono cretina, per quale motivo non abbiamo investito nella cura ma solo nel vaccino?

      • In ultimo ti rispondo, non ti ho dato della cretina e questo tuo commento è una pagina di ovvietà che conosciamo tutti, non mi illudo certo che il vaccino sia una garanzia, ma innegabilmente e dati alla mano ha contribuito a rendere un po’ più vivibile e meno pericoloso questo periodo infame; questo andrebbe chiesto ai chairman delle principali multinazionali farmaceutiche

      • ovvietà?
        rispondi senza ragioni e dicendo solo ciò che è ovvio che tu dica….
        buona serata (ovviamente)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.