Stick in the wheel e una poesia di Emmy Hennings

L’altro fondatore del Cabaret Voltaire, Emmy Hennings, rappresenta uno dei pochi nomi femminili salvati nella storia del dadaismo.
Compagna di vita e lavoro di Hugo Ball, la Hennings è stata determinante nello sviluppo degli spettacoli e dei drammi rappresentati nel Cabaret. Si è distinta come cantante, ballerina, attrice e poetessa.

Dopo il cabaret

.
Vado a casa presto la mattina.
.
L’orologio mostra cinque, è giorno,
ma la luce è ancora accesa nell’hotel.
Il cabaret è finalmente chiuso.
.
In un angolo i bambini si accoccolano,
i lavoratori sono già sul mercato
la chiesa diventa silenziosa e antica.
.
Le campane suonano dalla torre,
e una puttana con riccioli selvaggi
Vaga ancora, tardi e freddo.
.
Amami in modo puro per tutti i miei peccati.
Guarda, sono stato sveglio più di una notte.
.

3 pensieri su “Stick in the wheel e una poesia di Emmy Hennings

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.