Canção di Cecília Meireles

Cecília Meireles de Carvalho Benevides (Rio de Janeiro, 7 novembre 1901 – 9 novembre 1964) è stata una poetessa, insegnante e giornalista, è  considerata oggi dalla maggior parte dei critici come la più grande poetessa di lingua portoghese.

Canzone

Non fidarti del tempo o dell’eternità,
che le nuvole mi tirano per gli abiti
che i venti mi trascinano contro il mio desiderio!
Sbrigati, amore, che domani muoio,
che domani muoio e non ti vedo!
Non tardare così lontano, in un luogo così segreto, la
madreperla del silenzio che il mare comprime,
il labbro, limite dell’istante assoluto!
Sbrigati, amore, che domani muoio,
che domani muoio e non posso sentirti!
Adesso mi sembra di riconoscere
l’anemone aperto sul tuo viso
e intorno alle mura il vento nemico …
Sbrigati, amore, che domani muoio,
che domani muoio e non te lo dico …

*

In soli quindici versi, Cecília Meireles è riuscita a comporre nella sua Canzone un’ode all’urgenza dell’amore. Semplici e diretti, i versi invitano al ritorno dell’amato. La poesia, presente nel libro Paisagem natural (1949), combina anche elementi ricorrenti nella poesia del poeta: la finitezza del tempo, la caducità dell’amore, il movimento del vento.

4 pensieri su “Canção di Cecília Meireles

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.