Daniel Herskedal con la mia postfazione ad AMAR-SI di Paolo Beretta e Ivanna Pedretti.

Qui sotto la mia postfazione ad AMAR-SI poesie d’amore di Paolo Beretta e Ivanna Pedretti uscito quest’anno per Terra D’ulivi Edizioni. Seguiranno quattro estratti dalla raccolta scelti dagli autori. Il libro è reperebile qui:

http://www.edizioniterradulivi.it/amar-si/279

Le risa esplose
con fragore nel petto
ne lambiscono i margini.

Se siete arrivati in fondo, ora vi tocca leggere anche questa pagina, e in genere qualcosa la lettura lascia. In questo caso consiglio una rilettura, perché questo libro la merita, soprattutto per l’amore con cui è stato tessuto, composto e poi colorato. Avete letto una silloge di poesie d’amore scritta a quattro mani da un uomo e da una donna che, come in ogni amore che si rispetti, non hanno più una linea di demarcazione che definisce separatamente i soggetti, diventano in poesia due di uno. Quel che mi piace e mi colpisce già da subito, epidermicamente di questo libro, è stata la volontà dei due autori di non separare le proprie poesie per mettersi in luce, uno a discapito dell’altro, quanto quella di metterle assieme. Uno dei primissimi assiomi in amore è proprio questo: due, ma uno. Spero abbiate apprezzato la dolcezza lirica di questi pezzetti di poesia che formano un singolo canto armonioso, efficace, lieve, come può esserlo soltanto la volontà di prendersi cura e rispettare la poesia, così come il valore dell’amore che qui è stato cantato. Io mi auguro che non l’abbiate letto come si può leggere un articolo di giornale o un romanzo. La poesia si legge diversamente, saltando pagine, tornando indietro, rileggendo e portando via, per tenere nel cuore i momenti che più hanno colpito e sono penetrati. Se non lo avete fatto, ricominciate da capo, rileggete, partecipate, perché amore è soprattutto prendersi cura, e ci si può prendere cura anche di un libro, amarlo, per il gesto d’amore che rappresenta. Il resto non conta, quel che importa è una cosa sola, e rimane dentro, la si pone dentro l’anima. E infine mi rivolgo agli autori. Siete stati bravi, siete riusciti a livello poetico nel formare di due corpi un’anima e questo non è poco.

*

Se capissi

Se capissi il dono
del tuo mancare
non alzerei polveri inutili
né strida di corvi.
Nemmeno ti sottoporrei
all’incessante gocciolio
del mio peso.
Mi dileguerei per le stanze
ingombrandole
di baci e carezze
che non sempre so dare.
 
 
Senza anestesia

Mi appello inutilmente
ad un passato che ancora scava lacrime.
Farei fuori conti in sospeso
che passeggiano sulle mie notti insonni.
Ma freddi e amari i sogni
si presentano al mio capezzale.
Succulenti alla mia insufficienza.
È un azzardo
una partita persa in partenza.
Un due di picche.
I giorni che stanno dopo
sono l’eco di un lagnoso rimpianto.
Ci vorrebbe un punto di sutura
uno di quelli senza anestesia.
Sostituirei il dolore vecchio
con uno nuovo.
 
 
Next stop Kagran
 
La ruota disarmata
sta ferma. Negli occhi
cristalli di fiume
lacrime d’amorino
ghiacciate nella sabbia
mentre colonne di fumo
sorreggono il cielo.
Next stop Kagran.
I panni asciugano
tu dormi rannicchiata.
La tua pelle sulla tela del letto
ispira l’immortalità di una caduta.
Noi non siamo
ma rimarremo.
 
 
Somewhere
Sei come la sabbia
sotto le ciglia austere dei palazzi.
Capita spesso a Parigi
per questo la amo.
E amo te
la tua assenza
le mie origini contadine.
So di poter tornare a casa, se voglio.
Fai in modo che questo non avvenga.
 
 
***************************************************************

7 pensieri su “Daniel Herskedal con la mia postfazione ad AMAR-SI di Paolo Beretta e Ivanna Pedretti.

  1. Wow bello bello bello
    La poesia si legge diversamente, saltando pagine, tornando indietro, rileggendo e portando via, per tenere nel cuore i momenti che più hanno colpito e sono penetrati. Verissimo 😃

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.