Zone Bianche 52

Ricevo e pubblico, nella speranza che qualcuno di voi possa rispondere.

Caro Almerighi, scrivo dall’Afghanistan, preferirei rimanere anonima, puoi chiamarmi Mohametta, già eravamo in ginocchio a causa del covid, senza vaccinoni sufficienti e con gli ospedali pieni, ma purtroppo ieri mattina abbiamo sentito una gran botta: è caduta Kabul. Sono entrati in città tanti talebani felici e sparacchianti, gli occidentali se la sono data a gambe lesti come lepri, e il mio amico parrucchiere gay Salah è sparito. Già ho i capelli in disordine, ma il mio problema è un altro. Gestivo un bordello vicino all’ambasciata italiana il Figa’s e facevo la ragazza butta dentro. Per invogliare i clienti mi ero fatta tatuare in italiano sopra il di dietro “lasciate ogni speranza voi che entrate” e sul davanti “insert coin”. Sono disperata, se mi beccano i talebani, cosa mi faranno? Aiutatemi, Mohametta.

4 pensieri su “Zone Bianche 52

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.