Gioielli Rubati 146: Alfonsina Caterino – Federica Simionato – Mariella Tafuto – Gabriela Marie Milton – Michele Carniel – Benito Ciarlo – Ettore Massarese – Eddie Silver.

La rubrica è reperibile anche qui:
https://ilmondodibabajaga.wordpress.com/
un sentito grazie a Daniela Cerrato per la collaborazione e le idee.
.
DO – RE – MI – FA
.
solo la musica bacia il sole
in bocca
non distanti le frecce
frantumano lo splendore
le bacchette spartiscono le note
gli spartiti squarciano la luce sull’estrema bellezza
il fiume apre archi la sinfonia accade scucitura
le distanze agiscono foglie
il vuoto balza rugiada sulla retina
l’attimo risuona primo violino
sottile lastra smaltata
liquefatta sul nero intorno
scheggia e indora le vele
bianche spalancando sul mare aperto
spigato rosso
.
Lo scultore scava la forma dentro
la musica raffina i fianchi
l’urto germoglia scaglie sul frastuono esplodono limiti
disintegrano gli abissi arrovellano spilli
la pietà capovolta sogguarda le stelle
ravvicinate reti rifrangono specchi sulle schegge
accordano oceani, bimemolle, mari
il senso arboreo nel fragore intatto
arpeggia fra le rughe
un cuore disperso
fuori dall’esistenza
.
Altre corde il sole
muove uomini sferici
incisi
fiatano sul giorno nuovo
un coro puntale arpeggiato
singhiozzando
la muta inarrestabile …
.
.
.
di Alfonsina Caterino, qui:
.
*
.
Insonnia
.
A volte la notte
è solo un guardare
dal respiro rallentato,
la coperta troppo corta
di un peccato.
.
Un letto sfatto,
il fiato corto
di un incubo ad occhi aperti.
.
A volte la notte
è solo il freddo dei piedi scoperti,
un cuscino di piume e pensieri.
 
Ma quanti sogni in quegli occhi neri.
.
di Federica Simionato, qui:
https://www.facebook.com/115650036728174/posts/287966812829828/
.
*
.
Ho perso un verso
.
L’hai mica trovato
quel verso che ho perso
che ieri bruciava
e accendeva la notte?
.
Diceva con quattro parole
di amore di vita di sesso
diceva di tutto
.
Lo avevo pescato per caso
tra cosce svagate
e flussi di sogni interrotti
.
Non era brutto
.
Non era intorcinato
.
Era perfetto
.
Era il verso da tanto cercato
.
L’ho tenuto a mente un istante
ho pensato restasse lì per sempre
ho sbagliato
.
L’hai mica trovato?
.
di Mariella Tafuto, qui:
https://mariellatafuto.wordpress.com/2021/05/06/ho-perso-un-verso/
.
*
.
Io sono l’unica
.
Sono la voce dei tuoi amori passati
che si fa eco nelle tue fantasie più selvagge
vestita di rose all’altare dei tuoi sogni
Sono colei che non hai mai avuto,
la mia anima scorre dalle lacrime del Nilo
dalle mani dei bambini che ancora mendicano
attraverso rovine, oscurità e dolore profondo
attraverso guerre che non capiranno mai.
Sono l’ultima che si salverà
perché ho peccato all’ombra della Sua croce
quando le fontane spagnole piangono al tramonto
Sono la Desdemona che non hai mai incontrato,
oggi Granada è il luogo
in cui una volta fu ucciso García Lorca.
Sono la piuma dell’uccello ara dorato
e nella città dove suonano le campane
sono la sola di cui non hai mai udito i pianti.
.
di Gabriela Marie Milton
inclusa nella raccolta “Passioni: poesie d’amore ed altri scritti”, qui:
https://shortprose.blog/2021/05/20/i-am-the-one-poem-by-gabriela-marie-milton-masticadoresusa-update/
traduzione di Daniela Cerrato
.
*
.
Diventerò padre di una pianta di glicine
la attorciglierò attorno al cancello arrugginito per noia
e mentre la proteggerò con un tocco innamorato
lascerò che il vento si sieda sul dorso delle mie mani
Rimetterò in ordine un cielo confuso
quando il sole si esaurirà dietro la fame dei campi
o galleggerà sopra i pensieri evaporati dai tetti
inossidabile sarà la fierezza dei miei sguardi
Poesie sbriciolate diverranno fortezza
e mi aiuteranno a sostenere il peso del verbo
quel grammo di foglio che riposa
su un altro grammo di foglio
Sono utile alla mia imprudenza
devoto ai capitelli votivi sopravvissuti alle preghiere
sensibile all’effetto balsamico delle tue labbra
conseguenza irrazionale d’un amore fiorito.
.
di Michele Carniel, qui:
https://www.facebook.com/michele.carniel.313
.
*
.
Presagio
.
Il mio tempo finisce.
È vero, sto partendo.
È inutile negarlo, vado via.
Sono stanco del cielo
che mi cade sul cuore
ogni volta che alzo gli occhi.
Detesto le sue stelle
che si lacerano di rimpianto
ed hanno smesso da tempo
di indicarmi la via.
La clessidra si svuota
sull’ansia degli inutili bilanci.
.
di Benito Ciarlo, qui:
https://poesiedel21.wordpress.com/2021/05/24/presagio/
.
*
.
Clima sospeso
.
C’è nell’aria un clima sospeso
come un lieve indugiare di nuvole
resistenti correnti al pallido Sole.
Accade così quando il tempo si ferma,
tutto sta…
e tu sospendi il roteare della terra
sotto questa bolla che sa quasi di serra.
E pensi da fiore altro fiore,
sorridendo bimbo,
all’inevitabile rima con cuore.
.
Di Ettore Massarese
https://infinitis8.wordpress.com/2021/05/23/clima-sospeso/
.
*
.
Uscendo dalla città
.
Proseguendo lungo il sentiero mentre mi aggiro
L’acqua scorre veloce con dolce suono rilassante
Uscendo dalla città trovi un posto tranquillo,
Il tempo non ha significato, l’orologio perde volto.
.
I pensieri vengono in prospettiva e i dubbi svaniscono
Mentre il sole arriva in alto e brucia durante il giorno,
Le mie preoccupazioni e paure stanno perdendo importanza,
Mi sento un po’ più a mio agio in un luogo migliore.
.
Gli uccelli volano intorno a me, cantando e cinguettando liberi,
Il sentiero ha una guardia d’onore fornita dagli alberi,
All’improvviso tutto è fermo, il vento più dolce di una brezza,
Un tavolo da picnic come altare per ringraziare uccelli e api.
.
Di Eddie Silver, qui:
https://edwardsilver426.wordpress.com/2021/05/09/getting-out-of-the-city/
traduzione di Daniela Cerrato
.
*****************************************************************************
.
 

22 pensieri su “Gioielli Rubati 146: Alfonsina Caterino – Federica Simionato – Mariella Tafuto – Gabriela Marie Milton – Michele Carniel – Benito Ciarlo – Ettore Massarese – Eddie Silver.

  1. Grazie caro e instancabile Flavio Almerighi per avermi partecipato ai tuoi gioielli rubati. Ho letto gli altri testi, tutti molto interessanti. Complimenti ancora a te che in un momento di profonda depressione umano-culturale, conservi ed attui con tenacia ammirevole il lavoro di propagazione della parola.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.