Il Vaccinone 106

Che strano clima si respira in Italia, non tanto di rompete le righe, quanto di tutti a magnà. Andiamo con ordine: riaprono le discoteche, ma non si può ballà, però si può magnà, Immagino che nelle biblioteche sia la stessa cosa, anzichè trovare la copia di un raro incunabolo, serviranno maccheroni alla Vate, oppure saltinculo all’Allen Ginsberg, non meno fortunati saranno i bordelli: nun se potrà bombà, ma uno spaghettino mare non lo negheranno a nessuno. Agone, preso dalla fregola di una pubblicità dell’evento “la patata in spiaggia” ha chiuso l’edicola, ha telefonato alla moglie dicendole che doveva visitare un antico convento in Casentino, ed è partito alla volta di Rimini; ha beccato tutti gli autovelox possibili, tanto che finirà di pagare multe nel XXII secolo; arrivato in spiaggia si è visto offire al modico prezzo di 22 euro un piattino di plastica con quattro patate lesse condite con aglio e prezzemolo. La tragedia si è verificata poco dopo, quando la moglie, nel bagno attiguo per la manifestazione “Famolo strano i mille modi di cucinare er sarsicciotto” lo ha visto. Eh sì, i conti si fanno alla sera, quando il povero Agone si è presentato al Pronto Soccorso con fratture multiple ed ecchimosi varie, tenendo in mano due confezioni di wurstel di pollo Amadori.

7 pensieri su “Il Vaccinone 106

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.