Il Vaccinone 83

Oggi ho scritto una poesia sul lockdown, titolo Maggio, svolgimento: m’aggio rotto ù cazzo! Il mio pensiero vola a Grisù, il povero felino fuggito dal trasportino durante il viaggio dell’Intercity Lecce – Torino. Il capotreno per non saper né leggere né scrivere l’ha fatto scendere a Pescara. Porello! Non sapeva il bordello che avrebbe scatenato! Grisù è stato ritrovato (o ritrovata) dopo una ricerca che ha coinvolto persino i droni, che ha scatenato un’interrogazione parlamentare da parte di quei perdigiorno dei cinque stelle, però tutto è bene quel che finisce bene, il felino è stato riconsegnato ai legittimi proprietari. Il povero capotreno è stato consegnato al Generalissimo Figliuolo come prigioniero di guerra, e utilizzato per esperimenti sull’efficacia del vaccino Astrlaminchia, combinato col Johnson & Johnson, sopravvissuto per miracolo è stato fucilato.

28 pensieri su “Il Vaccinone 83

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.