Il Vaccinone 68

E’ lunedì, ci svegliamo in zona rossa, l’economia è agonizzante. Cinema, teatri, piscine, biblioteche, palestre, barbieri e parrucchieri tutto chiuso, molte persone di ambo i sessi oltre che le corna in testa hanno pure la ricrescita o la zazzera. Non si può uscire dai confini comunali se non per motivi urgenti o di lavoro, le persone si ammalano a decine di migliaia al giorno e ogni giorno ne muoiono a centinaia. Cos’è cambiato rispetto al 29 marzo dello scorso anno? Sembra un pippo, a parte il logoramento che ci ha preso, la mancanza più totale di coscienza di popolo. Chi può fa il furbo, chi non può si lamenta, ma nessuno lo ascolta. Ma allora cosa è cambiato? I presidenti di regione, alias i governatori folkloristici e incapaci, sono ancora tutti là. Ma cosa è cambiato allora? E’ CAMBIATO IL GOVERNO. Cazzo, dite poco? Sì è cambiato e ci ha riportati indietro di alcuni anni, non di un anno solo. E’ persino tornato Er Pugnetta, qui siamo nuovamente all’età della pietra, o meglio del tornello. Poveri noi!

28 pensieri su “Il Vaccinone 68

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.