Il Vaccinone 27

Sembra di stare in classe qualche minuto prima della fine dell’intervallo.
Giggino si spara un selfie dietro l’altro, ma Matteino glieli rovina tutti mettendosi dietro di lui o facendogli le corna. Matteone si sta magnando il secondo panino con frittata che mamma sua gli ha preparato per un sobria merendina macrobiotica, ha un po’ di mappazza e beve la cocacola, ma succede un disastro e conta fino a trenta a suon di rutti. Giuseppino tutto vestito all’ultimo grido dell’impiccato, e col ciuffo pieno di gel, recita poesie d’amore all’Azzolina, la bella della classe, perché se la vuol fare, ma i rutti di Matteone distruggono l’atmosfera. Giorgia, che vorrebbe fare la velina ma non ha il fisico, sta guardando alcune foto su Beccacce che passione, ma le borse sotto gli occhi le diventano quattro trolley. Silvio, il ripetente a vita della classe, tenta di consolarla, inultilmente. Nicola, detto Zingarello oppure anche Biliardo per via della lustra pelata precoce sulla capa, sta ripassando scienza delle finanze, perché tra pochi minuti sarà torchiato.
Suona la campana, entra Mario Grisù, l’insegnante di Scienza delle Finanze, immediatamente tutti si alzano in piedi e in classe non si sente volare una mosca, anche se Matteino si gratta perché Matteone gli ha attaccato i pidocchi.

8 pensieri su “Il Vaccinone 27

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.