A generose prede

riposti sorrisi, bontà
e tutti gli ammennicoli natalizi
che ci vogliono tutti migliori
in pausa tra guerriglie
per raccogliere morti e firmamenti
dati in pegno al pugno di neve
sempre pronto a riscaldare il cuore
tutto denso e paludato
in abiti rossi, uguali, blu omicida

ironia rima con malattia,
maestro con estro, voglio in faccia
il tuo canestro,
amore è una peste miracolosa

ripresi i denti, ti amo predatore,
predatrice mia diletta
sempre pronta a perorare
poi a sforare anacronistiche promesse,
riprese le unghie rosso colazione,
le stesse tutto l’anno
aggressivi nitidi ferini
e i segna lingua, spediti gli inviti,
a generose prede

14 pensieri su “A generose prede

  1. quando la rabbia diventa denuncia vibrata, gridata! Nessuna impotenza operativa può dismettere lo sdegno urlante e urlato di ciò che ci accade attorno. Perché ciò che ci accade attorno rischia di essere in qualche modo, ciò che ci accade dentro. E questo è inaccettabile.
    Un testo che ho percepito forse erroneamente, come un allerta. Grazie Flavio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.