Preparate i balconi 8

Vai a dormire che ti prude il culo, ti sveglierai che ti puzza il dito. L’idiozia è al potere. Oggi 13860 nuovi contagi e 136 morti, e non si venga a dire che gli asintomatici sono la maggioranza! Gli asintomatici sono contagiosi tanto quanto i sintomatici, quindi contribuiscono allo stesso modo alla diffusione e trasmissione del vairus. Dunque, o tutti la smettiamo immediatamente di fare gli irresponsabili, oppure a schifio finisce. I morti, si dice, sono persone dalla salute già compromessa da altre cause: continuiamo pure con questo adagio nazisteggiante, a questo punto se uno è un malato cronico tanto vale eliminarlo a fucilate?
Che dire poi del Piemonte che ha emanato un’ordinanza di chiusura nei week end dei centri commerciali non alimentari, per paura di uno sconfinamento dei coglioni dello shopping di Lombardia?
Ricordate i camion militari carichi di bare che attraversavano Bergamo? Cos’era stata una moria di polli o il prodotto finito di Bergamo non si ferma di poche settimana prima con annesse le cazzate di un pronto soccorso di un ospedalino della Val Seriana? Qui manca completamente ogni senso civico, ogni coscienza di popolo e comunità.
Un pezzo di cazzo quindi, facciamola finita con le scuse, le letture alternative delle cifre e tutto il cazzame annesso e connesso, o ci si comporta in modo da rispettare anzitutto la salute collettiva, o preparare i balconi sarà inevitabile.

16 pensieri su “Preparate i balconi 8

  1. C’è anche un altro discorsetto, poca cosa … lo smantellamento della Sanità Pubblica a favore di quella privata (soprattutto a nord e in Lombardia) , ricordo che il lokdaun c’è stato perché il sistema non ha retto botta! De noi romanescamente parlando non je ne fregava a nessuno e continua ad essere così tanto è vero che adesso vengono calcolati precisamente quanti morti per covid ma si guardano bene dal dire quanti altri per malattie che non sono state curate perché hanno blindato gli ospedali chiuso le liste e così via. Quindi dovremmo fare la nostra parte pure quando si tratta di difendere i nostri diritti e non solo in momenti d’emergenza. Un abbraccio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.