Preparate i balconi 5

La notizia è del 15 luglio scorso.
TUNISI. Condanna a sei mesi di carcere per la blogger tunisina Emna Charqui, riconosciuta colpevole di «incitamento all’odio tra religioni» da una corte di Tunisi. Due mesi fa, su Facebook, aveva condiviso un post satirico sul Covid-19 scritto sotto la forma di un versetto del Corano. La blogger 28enne, agli arresti da maggio, si è difesa assicurando di non aver voluto offendere nessuno ma soltanto far ridere. Charqui ha già detto che farà appello alla sentenza. Lo scorso 2 maggio la blogger ha condiviso un post che imitava un versetto del Corano: in risposta alla pandemia di coronavirus, il testo invitava la gente a lavarsi le mani e osservare il distanziamento sociale, seguendo le regole del testo sacro dell’Islam. In quei giorni era ancora in corso il Ramadan e la Tunisia stava osservando un lockdown molto restrittivo.
Facendo un po’ di conti, ho pubblicato circa duecento post satirici sul vairus, e se fossi tunisino mi beccherei circa un secolo di carcere.
Grazie al cielo siamo in Italia, e in questo paese la cazzata è all’ordine del giorno, qualsiasi cosa sia detta, anche da alessandra mussolini, quasi nessuno ci bada più. Fiùùùùù m’è andata bbène!
Liberate Emna Charqui!

31 pensieri su “Preparate i balconi 5

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.