Ce la siamo fatta 81

E’ ovvio che sia finita così: vince il sì con buona pace dei no. Licio Gelli starà esultando. Permettetemi però di spezzare una lancia di simpatia per il povero Arturo Lorenzoni. Molti nemmeno sanno chi sia, ma trattasi dell’uomo di centrosinistra che si è candidato contro Zaia in Veneto. Poveretto, mi fa simpatia, non soltanto ha accettato l’onere di candidarsi per venire doppiato due volte, oltretutto si è beccato pure il vairus e non ha nemmeno potuto fare campagna elettorale. A lui, il detto “a volte la fortuna è cieca ma la sfiga ci vede benissimo” calza meglio di un mocassino su misura. Però c’é un limite a tutto: a Paperopoli Lorenzoni sarebbe stato un magnifico Paperino e Zaia il solito Gastone. Dunque, cari Positivi e care Positive, non lagnatevi troppo, perché il povero Lorenzoni il giorno in cui finirà la quarantena e si recherà, nel suo ruolo di oppositore a Gastone Zaia, in consiglio regionale, sarà sicuramente polverizzato da un asteroide già in agguato.
Intanto, è notizia appena battuta dalle agenzie, il vairus ha subito un nuova mutazione, un po’ come i piduisti, ora si chiama Camillo il Bacillo.

4 pensieri su “Ce la siamo fatta 81

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.