sul peso dei propri passi

età e scelte consapevoli, innocenti,
terminata l’eco delle necessità,
siano alberi, canto o violini cesellati
nessuno può intuire se non giunge fin qui
sul peso dei propri passi
attraversando viali abbattuti, dolore

quanto hanno pesato la storia, gli antichi,
i lontani e primitivi con le loro grida
affastellate a quelle di ladri assassini
dentro domeniche ampie d’estate e ribrezzo
dove, in fondo, i baci si approssimano

ardimentose cassiere d’invenduti
qualcuno le chiama Amore

9 pensieri su “sul peso dei propri passi

  1. Ciao Flavio
    si passa dal passato per costruirie il domani. I nostri avi hanno costruito le basi, poi noi, abbiamo fatto altre strutture piramidali. Che peso ragazzi!!!
    Molto piaciuta. Grazie!
    Un abbraccio
    Chiara

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.