ce la siamo fatta 23

Sono stato rimproverato di essermi messo a ridere da mesi sopra una tragedia che ha mietuto solo in Italia 35.000 morti, come se mezza Faenza e più, la città in cui sono nato, fosse venuta a mancare. In realtà non ci ho riso e non ho dileggiato i morti e tutte le vittime, perché di vittime non ci sono stati soltanto morti e contagiati. Vittime siamo stati tutti noi, privati di elementari libertà, ogni giorno sempre più poveri, vittime di un aumento generalizzato e ingiustificato dei prezzi, vittime di ansie e paure di stampo medievale, disinformati, vittime di classi politiche impraticabili . Già prima questo non era un paese per giovani, ora non lo è più del tutto. Dovevo stracciarmi le vesti? Urlare? Fare il fariseo? No, checché qualcuno ne pensi, non fa parte del mio Dna. Io ho visto la Stazione la mattina della domenica del giorno dopo, e un cazzo di niente mi fa più paura. Solo tristezza. Per questo ho preferito l’ironia, anche la risata di grana grossa, piuttosto che maledire, inascoltato, per cui tiro dritto coerente, alla faccia degli incoerenti non richiesti, che giudicano e mentono (soprattutto a essi stessi) ogni giorno. E a culo tutto il resto.

18 pensieri su “ce la siamo fatta 23

  1. … da persona schietta e onesta come sempre… Grazie Flavio! Un caro saluto e abbraccio Luigina Ps: non ho potuto pubblicarlo perché ho un problema tecnico di inserimento che debbo risolvere.

  2. Nessuno poteva, né può nemmeno immaginare le singole reazioni davanti alle tragedie. Ogni reazione si può solo tentare di comprenderla e, magari, ringraziare che ci sia una reazione. Si sa, “la gente dà buoni consigli, quando non può più dare il cattivo esempio”, per cui, caro Flavio, abbi sempre pazienza. Chè tanto mondo era e mondo è, avrebbe detto mia mamma. L’importante è reagire e non farsi fagocitare da nessun pensiero che va per la maggiore, se non è condiviso. Una risata, in fondo, ci seppellirà tutti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.